CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

18.08.2017

Lavori all’ecocentro
per togliere le barriere

L’ecocentro comunale in via Cavedagnona. STUDIOSTELLA-CISCATO
L’ecocentro comunale in via Cavedagnona. STUDIOSTELLA-CISCATO

Un ecocentro senza barriere architettoniche, più efficiente e pronto ad accogliere la rivoluzione nelle modalità di raccolta dei rifiuti che tra qualche mese potrebbe interessare l'intera comunità di Montecchio Precalcino. Con una delibera la giunta comunale ha affidato a Soraris, la società che gestisce la stazione ecologica, la progettazione preliminare per l'adeguamento e l'ampliamento dell'area di raccolta di via Cavedagnona. «Il nostro obiettivo è quello di rendere l'ecocentro accessibile, soprattutto ad anziani e disabili, ad esempio rimuovendo le scalette e abbassando le vasche - spiega il consigliere delegato ad ambiente, ecologia e agricoltura, Stefano Thiella - Intendiamo adeguare gli spazi di manovra e d'attesa degli utenti, separandoli dalle aree di ritiro dei rifiuti. Con questa riorganizzazione non sarà più necessario chiudere l'ecocentro per permettere le operazioni di carico con conseguente aumento dell'orario di apertura. Verrà inoltre potenziata la raccolta differenziata e saranno aggiornati gli impianti di scarico, elettrici, d'illuminazione e antincendio. Sposteremo gli accessi, rendendoli più sicuri per le auto in entrata e in uscita». Stando ad una prima stima, il costo complessivo dell'intervento potrebbe essere di 280 mila euro. «Quest’opera è legata anche alla sperimentazione che da gennaio dovrebbe partire per tutto il paese e con la quale i cittadini potranno esporre secco, plastica e carta in un unico giorno- conclude Thiella - Stiamo monitorando i bandi europei e quelli regionali per valutare eventuali contributi alla realizzazione dei lavori nell'ecocentro: il nostro intento è, se possibile, di concluderli entro la fine del 2018».MA.BI.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1