CHIUDI
CHIUDI

14.03.2019

Il Carrefour due agita i Cappuccini «Viabilità in tilt»

Il sindaco Gianni Casarotto ha incontrato i residenti del quartiere dei Cappuccini. FOTO DONOVAN CISCATO
Il sindaco Gianni Casarotto ha incontrato i residenti del quartiere dei Cappuccini. FOTO DONOVAN CISCATO

Dopo l'associazione commercianti di Thiene anche il quartiere dei Cappuccini dice no al raddoppio del Carrefour. A preoccupare i residenti, che lunedì sera si sono presentanti in centinaia all'incontro pubblico con l'Amministrazione organizzato dal comitato di quartiere, sono in particolare gli effetti dell'ampliamento sulla viabilità della zona. Per alleggerire il traffico sulla circonvallazione di via del Terziario e via Gombe, e sulla provinciale 349, il Comune di Thiene ha infatti imposto ai privati di realizzare una strada di raccordo con via Biancospino e Corso Campagna che permetterà, soprattutto ai cittadini che risiedono nei Comuni a nord, di uscire sul retro del centro commerciale, senza intasare le vie Vittorio Veneto e Marconi. «La nuova viabilità andrà a soffocare una zona residenziale caratterizzata da stradine inadeguate a supportare l'aumento del traffico previsto e molto utilizzate anche per le passeggiate nel verde - hanno spiegato a più riprese i cittadini - Inoltre con questo nuovo collegamento si porterà ancora più traffico nelle già intasate vie Cappuccini e Santa Maria dell'Olmo dove nelle ore di punta si fa fatica a muoversi. Senza contare poi il punto critico del ponte dei Quarei che con l'incremento del traffico diventerà una vera e propria trappola. Ci chiediamo: come mai il Comune abbia dato l'ok all'ampliamento del centro commerciale che oltre a noi metterà in grave difficoltà anche il commercio locale?». Ai quesiti dei cittadini ha risposto il sindaco Gianni Casarotto: «Il Carrefour è stato autorizzato ad ampliarsi nel lontano 2008, ha dunque dei diritti acquisiti che il Comune non può togliere, solo la Regione può bloccare l'opera. Il Comune ha voce in capitolo solo a livello urbanistico per garantire la sostenibilità viabilistica del raddoppio: per questo abbiamo chiesto ai privati di migliorare la viabilità attorno al centro commerciale in modo da ridistribuire il traffico. Secondo i calcoli dei progettisti, il transito su via Biancospino nelle ore di punta passerà dagli attuali 460 a 640 veicoli all'ora, ovvero 180 auto in più contro i 1.320 veicoli di via Marconi e via Vittorio Veneto. Un calcolo che non ha tenuto conto dell'imminente apertura del primo tratto della Pedemontana Veneta, e del futuro collegamento tra il casello dell'A31 e la Nuova Gasparona. Sono due opere che toglieranno traffico alla zona del Carrefour». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Alessandra Dall'Igna
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1