CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

04.12.2018

Guerra ai piccioni Altolà del Comune Saranno abbattuti

Le colonie di piccioni  sui tetti del centro della città. FOTO CISCATOIl falco testato recentemente
Le colonie di piccioni sui tetti del centro della città. FOTO CISCATOIl falco testato recentemente

Il Comune di Thiene sceglie la linea dura per contrastare la proliferazione dei colombi in centro storico, preferendo l'abbattimento selettivo all'impiego del falco pellegrino. Ad annunciarlo il sindaco Gianni Casarotto durante l'assemblea pubblica organizzata dal Comitato di quartiere Centro proprio per discutere dell'annoso problema dei piccioni. Una vera e propria emergenza igienico-sanitaria che in questi anni l'Amministrazione e il Comitato hanno tentato di risolvere mettendo in campo diverse soluzioni: dall'installazione di dissuasori fisici su poggioli e davanzali agli ultrasuoni, dal concime anticoncezionale al grido in filodiffusione del falco elettronico, fino al divieto di somministrare cibo ai colombi. L'ultimo tentativo effettuato dal Comitato riguarda l'impiego di alcuni falchi: i due test effettuati nei mesi scorsi hanno avuto esito positivo, come ha spiegato il presidente Alberto Vecelli, chiedendo al Comune di investire in questo progetto per il prossimo anno. Una richiesta che è stata accolta tiepidamente dall'Amministrazione Casarotto, non del tutto convinta dell'efficacia del metodo e, soprattutto, già orientata verso una soluzione più drastica: l'abbattimento dei piccioni. «Quando il falco è in volo c'è un beneficio immediato - ha spiegato Andrea Zorzan, assessore all'ambiente - ma non si può pensare di utilizzare questi rapaci costantemente, anche perché si andrebbe solo a spostare il problema. Mi sono confrontato con altre amministrazioni che hanno tentato con questo approccio, e mi hanno confermato che i piccioni tornano appena il falco smette di sorvolare l'area. Vogliamo fare un ultimo tentativo assieme alla Polizia Provinciale per effettuare un abbattimento selettivo dei piccioni, intercettando le colonie che, in alcuni momenti della giornata, si spostano per mangiare». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Alessandra Dall'Igna
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1