Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.
martedì, 13 novembre 2018

Finto idraulico
tenta la truffa
con dei petardi

L'uomo ha simulato uno scoppio delle tubature con dei petardi

THIENE. La truffa era pianificata nei minimi dettagli, ma è stata sventata dalla prontezza di riflessi di una signora 80enne di Thiene. La storia è stata ricostruita dalla polizia locale Nordest Vicentino intervenuta su richiesta dei vigili del fuoco, dopo la segnalazione di denso fumo visto uscire da una delle finestre di un'abitazione di via Degli Orti di Thiene.

 

Intorno alle 15 di martedì un uomo si è presentato a casa di due anziani travestito da tecnico idraulico, con tanto di gilet ad alta visibilità e caschetto. Dopo aver suonato il campanello ha provato a raggirare la padrona di casa, riferendo del possibile scoppio delle tubature dell'acqua e, vista la necessità di un rapido intervento, le ha chiesto di poter entrare in casa al fine di verificare l'impianto. Una volta convinta la donna, il finto tecnico si è diretto verso il bagno dove ha fatto scoppiare un petardo, simulando così un'esplosione dovuta all'inesistente problematica alle tubazioni. Di qui l'invito alla signora di raccogliere gli oggetti di valore, per preservarli da eventuali danni, ed uscire di casa per mettersi al sicuro.

 

Una "sceneggiata" che ha insospettito la padrona di casa, che ha così detto al finto tecnico di di doversi allontanare un attimo per andare a chiamare la figlia, residente poco distante. L'uomo, vistosi scoperto, con la scusa di dover prendere alcuni attrezzi, è uscito di casa e si è allontanato facendo perdere le sue tracce. Gli agenti della polizia locale hanno quindi acquisito la descrizione del malvivente e le indicazioni necessarie alla sua identificazione.

«L'anomala dinamica della truffa, però, è preoccupante - rileva il vice commissario Robin Dal Santo -, perché l'esplosione del petardo potrebbe avere conseguenze ben più gravi dell'azione truffaldina».