CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

12.07.2018

Ex Officine Monti Riparte il cantiere «Più sicurezza»

Previsto un nuovo tratto di pista ciclabile lungo via Marconi.  CISCATOUna porzione dell’area delle ex Officine Monti in cui sono presenti le “cupole”.  STUDIOSTELLA-CISCATO BREGANZE
Previsto un nuovo tratto di pista ciclabile lungo via Marconi. CISCATOUna porzione dell’area delle ex Officine Monti in cui sono presenti le “cupole”. STUDIOSTELLA-CISCATO BREGANZE

Dopo aver bloccato i lavori un paio di volte, l’amministrazione comunale di Thiene trova finalmente un accordo con i privati e arriva così il via libera al progetto di riqualificazione delle ex Officine Monti. In questo modo viene assicurato alla città anche un pezzo di ciclabile che metterà in sicurezza i thienesi diretti al vicino centro commerciale. Si è definitivamente sbloccata la complicata vicenda che ha al suo centro il piano di riconversione e recupero delle famose “cupole” dell'ex Monti dove nasceranno nuovi spazi commerciali e direzionali e, secondo voci sempre più insistenti, potrebbe approdare nell’area in questione pure un McDonald's. Insomma, arrivano novità per questa strategica area cittadina. A febbraio 2017, e prima ancora a settembre 2016, l'ufficio tecnico comunale aveva sospeso l'attività del cantiere in quanto, dopo i sopralluoghi della polizia locale del consorzio Nordest Vicentino, era emerso che nell'area erano “in corso lavori edili in assenza di permesso di costruire”. Lavori per i quali, secondo la ditta, invece, erano sufficienti i documenti già in possesso dagli uffici comunali, ovvero le due Scia (Segnalazione certificata di inizio attività) necessarie per l'intervento di consolidamento statico delle “cupole” allora in atto. Risolte le questioni tecniche e burocratiche, il cantiere può ora riprendere a pieno ritmo la sua attività da tempo interrotta. E questo grazie all'accordo appena firmato dal Comune con la ditta Ca' Ross Srl di Carrè, proprietaria del complesso di via Marconi, che si è impegnata a realizzare un nuovo tratto di pista ciclabile tra l'innesto dell'attuale percorso presente nel sottopasso ferroviario e il passaggio pedonale a chiamata di via Marconi. Un'opera necessaria dato che la nuova viabilità di accesso e uscita dall'area ex Monti prevede l'adeguamento del marciapiede esistente, con l'abbattimento di otto platani, e la creazione di una corsia dedicata al futuro polo commerciale. A carico dei privati ci sarà anche la realizzazione dell'attraversamento pedonale rialzato previsto in via Marconi, in sostituzione di quello esistente. «Con questi accorgimenti - spiega Andrea Zorzan, assessori ai lavori pubblici - riusciamo a garantire l'accesso sicuro all'area commerciale e a non gravare sulla trafficata strada provinciale 349. Il tratto di ciclabile che i privati andranno a realizzare si collegherà poi con la pista da noi progettata lungo via Marconi fino a via degli Orti (stabile ex Fiat, ndr). Si tratta di un'opera già finanziata dal Comune, per una spesa di 250 mila euro, che permetterà ai cittadini di percorrere questo tratto di provinciale in tutta sicurezza». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Alessandra Dall’Igna
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1