CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

21.10.2017

Strade del centro
aperte al traffico
dopo sette mesi

Dopo sette mesi il centro di Carrè è stato riaperto.  DONOVAN CISCATO
Dopo sette mesi il centro di Carrè è stato riaperto. DONOVAN CISCATO

Riaperto il centro dopo sette mesi, fine di un cantiere-fiume che è stato un incubo soprattutto per i commercianti, che hanno lamentato «un calo degli affari del 40 per cento».

«I lavori sono durati più a lungo del previsto - ammette il sindaco Davide Mattei che, però, non nasconde la soddisfazione -. Ora in centro finalmente è stata realizzata la fognatura. È un'opera che attendevamo da cinquant'anni: con un investimento di oltre un milione di euro, Alto Vicentino Servizi in collaborazione con il nostro Comune ha portato a compimento la posa di circa 850 metri di condutture per la separazione di acque bianche e nere lungo via Roma e via Capovilla. Il cantiere è stato aperto a marzo, con il grosso delle opere ultimate entro la fine di luglio. Dopo una pausa di circa un mese, in cui abbiamo realizzato i marciapiedi, i lavori sono ripresi a fine agosto e a causa di alcuni rallentamenti legati alla presenza di un tombotto vicino alla chiesetta di S.Lucia, gli interventi sono stati prolungati fino alla riapertura dell'altro giorno».

Un ritardo nella tabella di marcia che aveva sollevato diversi malumori tra i cittadini del centro ed in particolare tra i commercianti che hanno registrato un calo delle vendite negli ultimi sette mesi quantificabile in circa il 40 per cento.

«La ditta che ha eseguito i lavori è riuscita ad ultimare le opere prima della fine del mese perciò le strade sono state riaperte nonostante l'ordinanza di Vi.Abilità (si tratta di una strada provinciale) che concedeva una proroga fino al 31 ottobre per la sospensione del traffico. Da inizio novembre torneranno attive anche le fermate del centro per i bus Svt. Ringrazio i cittadini per aver sopportato con pazienza i disagi provocati dagli interventi. Nelle prossime settimane verranno svolte le ultime opere secondarie che non comporteranno particolari intralci alla circolazione - aggiunge Mattei -. Oltre ad assicurare una maggiore efficienza nello smaltimento delle acque nere da parte di Avs, la nuova fognatura impedirà che, in caso di precipitazioni abbondanti, venga messa a repentaglio la sicurezza di chi percorre queste strade». Non è finita qui, perché dopo questo cantiere si aprono nuove prospettive per Carrè: «L'intervento apre le porte ai progetti di riqualificazione ideati per il centro - conclude il primo cittadino -. Con un investimento di 150 mila euro, che in parte potrebbero essere coperti da un contributo regionale, verranno riorganizzati i parcheggi con una disposizione più sicura, sarà rifatta la pavimentazione dello spiazzo e verrà anche restaurata la fontana, un manufatto che risale all'inizio del '900. Inoltre vorremmo creare delle aree verdi, posizionare delle panchine e installare una colonnina per la ricarica dei mezzi elettrici. Con questi ulteriori interventi, che seguono quelli funzionali appena conclusi, intendiamo rendere più attrattivo il centro di Carrè». Dopo sette mesi di passione, quindi, nuova vita per il centro carradiense

Marco Billo
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Carrè e Chiuppano avviano la procedura per la fusione. Il nuovo ente potrebbe chiamarsi Colbregonza, vi convince questo nome?
ok