CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

02.11.2017

Nasce una borsa di studio
in ricordo dell’insegnante

Da Maso e Fontana. M.L.D.
Da Maso e Fontana. M.L.D.

Avrebbe compiuto 72 anni qualche giorno fa, ma quel male subdolo, contro cui ha combattuto, con tutte le sue forze, se l’è portato via quando ne aveva 69.

Il ricordo di Renato Ranieri però è ancora vivo, non solo a Carrè, paese dove ha vissuto con la moglie Mariliana Fontana e i figli Isabella e Roberto e in cui è sempre stato molto attivo all’interno della comunità, ma anche fra generazioni di studenti ai quali non si è limitato a insegnare l’inglese, ma ha contribuito a fare amare questa lingua, diventata parte integrante della comunicazione nei tempi moderni.

Per mantenere vivo questo ricordo, da quest’anno «e fino a quando ne avrò la possibilità» la moglie del compianto prof. Ranieri ha deciso di istituire una borsa di studio da destinare a un ragazzo meritevole.

D’intesa con il parroco, don Alfredo Neri, in quest’occasione la scelta è caduta su Michele Dal Maso, che sta per concludere la laurea triennale in Agraria, ma ha deciso di proseguire gli studi e potrà contare così su un aiuto per la nuova iscrizione. «Non abbiamo potuto festeggiare insieme il suo compleanno - ha spiegato la moglie di Ranieri, Mariliana Fontana - e abbiamo pensato di farlo aiutando un giovane e continuando quell’impegno che lo ha accompagnato per tutta la sua vita».

La vita stessa del prof. Ranieri è stata un esempio. A 20 anni è andato in Inghilterra per imparare la lingua inglese, lavorando ai mercati generali. Una volta rientrato in Italia, ha fatto 18 esami in tre mesi ottenendo il massimo dei voti. Inoltre, dopo aver insegnato per una trentina d’anni al liceo Corradini di Thiene, ha proseguito dopo la pensione al Baronio di Vicenza. Una persona molto stimata dai tanti che l’hanno conosciuto e che hanno apprezzato le sue qualità.

Maria Luisa Duso
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Carrè e Chiuppano avviano la procedura per la fusione. Il nuovo ente potrebbe chiamarsi Colbregonza, vi convince questo nome?
ok