CHIUDI
CHIUDI

08.12.2018

Il comune regala
un abete di Natale
a Montecitorio

Alberi abbattuti dal maltempo in Veneto
Alberi abbattuti dal maltempo in Veneto

CALTRANO. Alberi veneti abbattuti dal maltempo addobbano il Quirinale per Natale. Alla Camera c’è una pianta di Caltrano: la cima di un abete rosso alto 40 metri, sradicato dalla tempesta dello scorso 29 ottobre.

 

«È un gesto simbolico di grande valore, che dimostra l'attenzione dei nostri amministratori locali al territorio in cui vivono. Ed è un monito per la politica in genere, affinché si presti adeguata attenzione alla montagna e alle comunità che ci vivono - così commenta il deputato vicentino della Lega, Erik Pretto - Un plauso al Comune di Caltrano, che ha donato alla Camera dei Deputati la cima di un abete rosso per la realizzazione del tradizionale albero di Natale a Montecitorio».

 

Provengono, invece, da foreste certificate PEFC del Veneto e della Provincia di Trento, entrambe attraversate e distrutte dalla recente e rovinosa tempesta di fine ottobre chiamata "Vaia", gli altri alberi collocati al palazzo del Quirinale. La Presidenza della Repubblica ha ricevuto due abeti bianchi, uno proveniente dalla foresta demaniale del Cansiglio, gestita dall'Agenzia regionale "Veneto Agricoltura", e l'altro dalla Provincia Autonoma di Trento - dal comprensorio del Primiero - entrambi destinati all'abbattimento per i danni subiti dal rovinoso evento climatico, che ha provocato, secondo le stime, l'abbattimento di ben 8-10 milioni di metri cubi di legname.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Fusione tra Carrè e Chiuppano: quale nome preferisci per il nuovo Comune?
ok