CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

27.10.2017

Fusione con Chiuppano
Salgono i finanziamenti

Gli esponenti dell’assemblea consiliare di Carrè. FOTO BILLO
Gli esponenti dell’assemblea consiliare di Carrè. FOTO BILLO

L'approvazione all'unanimità della richiesta alla Regione di variazione delle circoscrizioni comunali per permettere la fusione, avvenuta mercoledì sera nell'aula consiliare di Carrè, suona come un primo ufficiale “sì, lo voglio” nel matrimonio tra il Comune carradiense e quello chiuppanese. Con la votazione di oggi arriverà anche la risposta dei colleghi di Chiuppano che, se sarà positiva, avvierà l'iter regionale per il referendum previsto entro la fine del 2018. «È un evento storico: questa delibera è frutto di anni in cui le varie Amministrazioni comunali si sono parlate, avvicinate, anche scontrate, ma sempre confrontate», ha dichiarato il sindaco di Carrè, Davide Mattei. «Oggi siamo arrivati a questo punto grazie alla lungimiranza di persone che negli anni '80 avevano il sogno di un unico Comune. Solo all'inizio del nostro mandato, poco più di tre anni fa, la fusione sembrava un'utopia. Giuseppe Panozzo, primo cittadino di Chiuppano, ed io abbiamo deciso di ripartire da una pagina bianca, senza considerare gli screzi del passato, concentrandoci invece sui progetti futuri. Nel tempo si sono creati un sostegno vicendevole e una fiducia reciproca prima tra noi sindaci, poi tra le giunte e tra le due Amministrazioni. Non sono i contributi previsti a motivare questa decisione, ma un percorso di avvicinamento lungo 30 anni». Finanziamenti che, stando alla bozza della legge di stabilità, potrebbero aumentare rispetto alla stima iniziale e sfiorare gli 8 milioni di euro. Durante l'approvazione della delibera è stato anche presentato il nome per l'eventuale nuovo Comune ovvero Colbregonza, il più gradito secondo i primi sondaggi. «Carrè e Chiuppano rimarranno le denominazioni delle due località. La Regione ci ha chiesto di presentare un nome unico, ma siamo riusciti a ottenere la facoltà di modificarlo durante l'iter che porterà al referendum», aggiunge Mattei. «Negli anni '80 è iniziato un sogno e ora siamo arrivati a questo momento storico», ha aggiunto il consigliere d'opposizione Renato Martini in accordo con gli altri componenti delle minoranze, tutte favorevoli alla fusione. Presente in aula anche il sindaco Panozzo.MA.BI.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Carrè e Chiuppano avviano la procedura per la fusione. Il nuovo ente potrebbe chiamarsi Colbregonza, vi convince questo nome?
ok