CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

22.10.2017

L’uomo in ferro al laser ambasciatore all’Expo

L’assessore Poncato e l’operaL’artista Lanaro, Simonato titolare della “Tecno Mecc”, Guiotto e Persico. FOTOSERVIZIO STUDIOSTELLA-CISCATO
L’assessore Poncato e l’operaL’artista Lanaro, Simonato titolare della “Tecno Mecc”, Guiotto e Persico. FOTOSERVIZIO STUDIOSTELLA-CISCATO

Taglio del nastro ieri mattina alla Tecno Mecc Srl di via dell'Artigianato a Breganze per l'inaugurazione di un'opera d'arte che «da desiderio è diventata finalmente realtà», come ha detto il proprietario della ditta, specializzata nelle realizzazioni metalmeccaniche e che ha visto gli albori nel 1974, Guerrino Simonato. L'imprenditore, che prima di fondare la sua azienda ha lavorato per 16 anni alla Moto Laverda, ha svelato ciò che lo ha tenuto impegnato per mesi, ma che sognava da dieci anni: una rivisitazione dell'Uomo Vitruviano di Leonardo Da Vinci (1490), in ferro, del diametro di 3 metri che gira su se stessa. «Si tratta di un prototipo che terrò gelosamente nella mia azienda – ha raccontato Simonato – Se oggi siamo qui a inaugurare l'opera il merito va anche a chi ha collaborato con me al progetto credendoci fortemente: il perito industriale Maurizio Persico, lo scultore Roberto Lanaro e Luca Guiotto, che ha realizzato i vari pezzi al laser. Un primo obiettivo è stato raggiunto. Adesso vorrei riuscire a concretizzare anche il secondo: vedere la “vera” scultura, che sarà dell'altezza di 20 metri, rappresentare l'Italia all'Expo 2020 di Dubai. Intanto ho preparato tutto il materiale per partecipare al concorso indetto a Roma con la speranza di riuscire a vincere». Dopo oltre 500 anni dalla creazione dell'originale, l'opera inaugurata ieri «vede la sua modernità nel fatto che ho scelto di realizzare solo i contorni del viso, in modo che possa essere interpretata sia come uomo che come donna. È, dunque, la rappresentazione di uno dei valori oggi più importanti, l'uguaglianza tra i due sessi», ha dichiarato l'artista Lanaro. Tra i presenti alla cerimonia c’era anche l'assessore alle attività produttive del Comune Francesca Poncato: «Breganze si distingue anche per i nostri industriali che hanno ottenuto successo non solo in Italia ma anche all'estero e questo grazie, soprattutto, al loro grande impegno nel lavoro e alla loro straordinaria passione. Oggi (ieri per chi legge, ndr) si è parlato di sogni realizzati: spero che il messaggio arrivi a tutti, ma in particolar modo ai nostri giovani, che sappiano che con la forza e la tenacia davvero i desideri si possono concretizzare», ha concluso l'amministratrice.S.D.M.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1