CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

11.10.2017

Blitz di Sgarbi al villino Cerato
«Avevo pensato di acquistarlo»

Villa Forni Cerato, la meta principale della visita di Vittorio SgarbiIl critico d’arte immortalato nella chiesa montecchiana. BILLO
Villa Forni Cerato, la meta principale della visita di Vittorio SgarbiIl critico d’arte immortalato nella chiesa montecchiana. BILLO

Vittorio Sgarbi alla scoperta delle bellezze architettoniche e artistiche di Montecchio Precalcino. Lunedì il paese ha ricevuto l'inaspettata visita del celebre critico d'arte, che ha deciso di fermarsi per una tappa durante la quale ammirare da vicino villa Forni Cerato, edificio cinquecentesco inserito nel patrimonio dell'Unesco e attribuito ad Andrea Palladio. «Quando mi hanno riferito che c'era Sgarbi in paese ho fatto fatica a crederci - commenta il sindaco Fabrizio Parisotto che con l'assessore Simone Gasparotto ha immediatamente raggiunto il critico - Abbiamo visitato dall'esterno la villa: ha analizzato ogni singolo elemento architettonico andando ad evidenziare caratteristiche, particolari e peculiarità. Ha poi commentato il cattivo stato di conservazione dell'edificio, una delle prime opere del Palladio da lui definita bella e pura. È una struttura che conosce da tempo e che in passato aveva avuto modo di visitare: ci ha confessato di aver anche pensato di acquistarla, ma poi la cosa non è andata in porto».

La visita di Sgarbi, avvenuta tra le 20 e le 21.30, non si è limitata all'edificio palladiano che, dopo un lungo periodo di abbandono, pochi mesi fa è stato acquistato dall'imprenditore vicentino Ivo Boscardin. Sindaco e assessore hanno infatti accompagnato la celebrità a visitare la chiesa di Montecchio, i musei parrocchiali e la chiesetta di San Pietro. «Era un vulcano: per ogni quadro e affresco visionato ha fornito un quantitativo impressionante di informazioni. Inoltre, dove non vi era luce sufficiente, illuminava le opere con una torcia per poterle osservare nel dettaglio. Ha apprezzato tutti i luoghi visitati e ci ha assicurato che tornerà a Montecchio. È veramente una persona alla mano». Per Parisotto la visita del critico è un evento sia di rilievo che significativo. «Sicuramente fa piacere ricevere un critico così importante. La sua presenza, inoltre, è un'ulteriore conferma della caratura dell'opera architettonica, una villa che, in accordo con la nuova proprietà, intendiamo valorizzare tramite un percorso che ne consideri sia la storia che le future potenzialità», conclude il primo cittadino.

Marco Billo
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1