CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

06.12.2017

Malore improvviso Operaio di 65 anni cade dall’impalcatura

Il cantiere dove lavorava. ZILLIKEN
Il cantiere dove lavorava. ZILLIKEN

Un malore improvviso e la caduta dall’impalcatura, ad un metro e mezzo di altezza. È stato trasportato in tutta fretta con un’ambulanza all’ospedale Alto Vicentino di Santorso Andrea Mason, 65 anni di Marostica. L’uomo stava lavorando con i due figli in un cantiere edile nella piccola via Rag. Emilio Stella, a Torrebelvicino. In un primo momento, le condizioni dell’uomo sono apparse piuttosto gravi. Sono stati proprio i figli ad allertare i soccorritori. In seguito all’intervento dei sanitari del Suem che, dopo avere valutato tutte le opzioni lo hanno stabilizzato, l’operaio si sarebbe ripreso e non avrebbe mai perso conoscenza, tanto da lasciare relativamente tranquilli e speranzosi i colleghi che hanno proseguito i lavori di costruzione di due stabili nella zona residenziale turritana. Mason, che resta ricoverato sotto osservazione, non sarebbe quindi in pericolo di vita. I due figli, che stavano lavorando assieme a lui, lo hanno raggiunto subito nel nosocomio per seguire passo dopo passo l’evolversi della situazione clinica. Nel cantiere è intervenuto anche lo Spisal, il servizio di prevenzione igiene e sicurezza in ambienti di lavoro dell’Ulss 7 “Pedemontana”. I tecnici dell’azienda sanitaria hanno portato a termine tutti i rilievi del caso, che seguono un episodio del genere. Spetterà al rapporto che verrà compilato dall’azienda Pedemontana stabilire se ci siano da addebitare eventuali responsabilità per quanto accaduto ieri pomeriggio, poco dopo le 14, in via Stella. • K.Z. © RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1