CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

08.10.2017

«L’ Ulss sapeva tutto
dei Gratta e vinci»

L’edicola dell’ospedale. STELLA
L’edicola dell’ospedale. STELLA

I “gratta e vinci” in vendita all’ospedale di Santorso dove curano le ludopatie ed hanno in carico quasi un centinaio di utenti, fra cui proprio quattro “gratta-dipendenti”, ha fatto parecchio discutere ieri. Se dalla direzione fanno sapere che valuteranno se sia opportuno o meno quanto sta accadendo, e quindi di rivedere se proseguire con la vendita, dalla edicola che propone l’acquisto i tagliandini e che già espone avvisi di vincite da 500 euro ottenute proprio nel nosocomio, e che è comunque autorizzata a questo tipo di commercio come tanti altri negozi simili, spiegano come sta la situazione: «Noi abbiamo avvisato l’Ulss sul tipo di merceologia in vendita, e quindi anche delle lotterie. Ci avevano subito posto come condizione tassativa di non vendere tabacchi, e questo è comprensibile, ma non ci hanno mai detto nulla in merito ai “gratta e vinci”. È anche vero che un cliente su tre che entra, che sia paziente o familiare di passaggio, ce li chiede e li abbiamo avuti in ritardo per problemi burocratici della concessione con Lottomatica». La palla torna dunque alla direzione dell’Ulss 7. M.SAR.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Il 17 dicembre si voterà per la fusione dei comuni di Arsiero e Tonezza. Andrai a votare?
ok