CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

01.09.2018

Scout da tutta Italia in cammino sui sentieri bellici

Un momento di condivisione al raduno scout adulti “Masci”
Un momento di condivisione al raduno scout adulti “Masci”

Sulle orme della grande Guerra, 50 scout adulti fanno base a Posina. Annamaria Saccardo della comunità Masci (Movimento adulti scout cattolici italiani) di Schio ed Andrea Tappa, della sezione di Dueville, hanno organizzato un campo che ripercorre i sentieri della seconda Guerra mondiale. Oltre che dal Veneto, i numerosi partecipanti provengono da Piemonte, Liguria, Trentino ed Abruzzo. Si tratta di un percorso lungo tre giorni, gestito interamente dalla comunità Masci duevillese intitolata a “Il gabbiano J.L.”. Quella in corso è la quinta esperienza di questo tipo dopo quelle organizzate nel 2006 sul Novegno, nel 2008 sul Pasubio, nel 2010 sull'Altopiano di Asiago e, per finire, quella del 2014 sulla strada della pace tra Tolmino e Caporetto. Come tutti i campi del Masci, anche quello iniziato ieri e che si concluderà domani avrà come motto “Per non dimenticare”. Ieri sera ospite d'onore Claudio Rigon, curatore della mostra sulla Strada delle 52 gallerie di Schio lo scorso anno, che ha presentato il percorso e la sua realizzazione. Oggi, la salita al “Papa” avverrà con una guida d'eccezione, l'alpinista Bepi Magrin. Domani, la conclusione prevista dopo aver affrontato un percorso boschivo da contrà Griso a contrà Lambre, sfidando l’eventuale maltempo. «Organizziamo questo campo per non dimenticare, perché ci è stato esplicitamente richiesto da chi riteneva che un tale percorso andasse riproposto proprio nel centenario della conclusione del conflitto ed infine perché “La strada museo delle 52 gallerie” costituisce l’ossatura portante dell’Ecomuseo della Grande Guerra che copre tutte le Prealpi vicentine», spiegano i referenti. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Karl Zilliken
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1