CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

16.07.2017

Motociclista grave
dopo investimento
di un capriolo

Tutt’altro che rari sono gli incidenti tra caprioli e le moto
Tutt’altro che rari sono gli incidenti tra caprioli e le moto

PEDEMONTE. Un grave incidente ieri sera intorno alle 22.20 a Pedemonte ha coinvolto un motociclista che viaggiava sulla strada provinciale 350. Le sue condizioni sono apparse subito molto gravi ai soccorritori del Suem che si sono recati sul luogo dell’incidente. L’intervento ha richiesto molto tempo, e in seguito il ferito è stato trasportato all’ospedale San Bortolo nel capoluogo berico, ricoverato in rianimazione. Secondo una prima ricostruzione, la vittima stava procedendo lungo la strada provinciale in direzione di San Pietro di Valdastico. All’altezza del chilometro 51 il motociclista si è visto sbucare davanti un capriolo. E, per ora, questa è l’unica cosa certa. Non è ancora definita, infatti, la dinamica dell’incidente. Ovvero non è ancora chiaro se la moto abbia investito l’animale provocando la caduta del motociclista o se il motociclista per evitare l’impatto con il capriolo sia stato costretto ad una manovra improvvisa e a causa di questa abbia perso l’equilibrio finendo a terra. Di certo l’impatto contro l’asfalto è stato molto forte.

Questo tipo di incidente non è raro in provincia. Per gravità l’ultimo scontro è avvenuto ad Arzignano, a novembre, quando un capriolo tagliò la strada a un motociclista. Un altro incidente simile è accaduto nel giugno del 2015 a Valli del Pasubio: allora l’impatto provocò la morte dell’animale. 

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1