CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

22.10.2017

Il compenso dato a Feltri ora scatena la polemica

L’assessore Gastone Bortoloso con Vittorio FeltriL’intervento di Vittorio Feltri all’auditorium comunale
L’assessore Gastone Bortoloso con Vittorio FeltriL’intervento di Vittorio Feltri all’auditorium comunale

Bufera sul compenso elargito a Vittorio Feltri per il suo intervento in auditorium: «È stato pagato con soldi pubblici, perciò di noi cittadini, ed è troppo alto», ma sindaco e assessore alla cultura replicano: «Vogliamo elevare la proposta culturale del paese con professionisti che meritano il giusto riconoscimento».

A farsi portavoce della protesta sono Paola Girardello e Renzo Pietribiasi, residenti nel paese alle pendici del Summano: hanno espresso i loro dubbi in merito al cachet di oltre 2 mila euro sborsato dalla giunta per la conferenza tenuta l'11 ottobre dal direttore di Libero: «Dopo tre anni di riproposizione dei soliti eventi culturali, comprese le immancabili serate dedicate alla Grande Guerra, arriva a Piovene Vittorio Feltri considerato esperto di “bufale del web”- scrivono i cittadini- Così in tempi di austerità per coloro che vivono del proprio salario e per gli enti locali costretti a tagli in tutti i settori, al direttore di Libero viene corrisposta la “modica cifra” di 2 mila euro di compenso lordo, mentre altri 300 euro vengono dati alla moderatrice». Sulla quarantina di appuntamenti, tra film, spettacoli, concerti e conferenze, che compongono la rassegna culturale, il cui valore complessivo è di circa 25 mila euro, la voce di spesa per la serata che ha visto come protagonista il noto giornalista ammonta, compreso il cachet della moderatrice, a 2640 euro. La cifra ha generato le perplessità anche dei consiglieri di minoranza. «Il cachet per il giornalista forse è stato un po' eccessivo- afferma il consigliere Renzo Priante di Accogliamo le Idee- L'assessore Bortoloso però ha lavorato molto bene per rilanciare l'auditorium». «Sono perplesso sul compenso e l'orario della conferenza concordato alle 19- interviene il grillino Daniele Sartore- Ero presente in auditorium e a quell'ora molte persone erano ancora al lavoro, pertanto a inizio dialoghi la sala non era piena. A parte ciò riconosco il lavoro dell’assessore per organizzare eventi di qualità». L'auditorium di 230 posti, infatti, si è riempito gradualmente ospitando circa 160 persone. «Il compenso per un personaggio come Feltri è equo- interviene il consigliere Graziano Tribbia di Nuovi Sguardi- La scelta di invitarlo, invece, mi pare più ideologica». «Feltri è un professionista e come tale va retribuito- replicano il sindaco Erminio Masero e l'assessore Gastone Bortoloso- E' facile criticare, mentre è sempre più difficile organizzare eventi di spessore: abbiamo scelto di investire nella cultura creando una rassegna che non ha nulla da invidiare a quelle delle grandi città italiane e proseguiremo su questa linea».

Sara Panizzon
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Il 17 dicembre si voterà per la fusione dei comuni di Arsiero e Tonezza. Andrai a votare?
ok