CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

03.09.2018

Cimitero monumentale Lavori affidati ai fanti

I fanti delle locali sezioni si sono occupati dei lavori al cimitero. G.M.F.
I fanti delle locali sezioni si sono occupati dei lavori al cimitero. G.M.F.

Il cimitero militare monumentale di Arsiero, uno dei pochi camposanti “non” ossari della prima guerra mondiale, sta tornando ad un aspetto originario, rispettoso delle migliaia di caduti italiani e austroungarici che accoglie, grazie al lavoro volontario e gratuito di tanti fanti del Vicentino. Da più di trent’anni affidato, per la manutenzione ordinaria, alle attente e amorevoli cure della locale sezione fanti, il sacello è al centro di una campagna di ristrutturazione, giunta ormai alle battute finali. «C’era bisogno di intervenire con opere straordinarie – afferma Lucio Mazzucco, presidente onorario dei fanti arsieresi – che abbiamo spiegato in occasione della visita dei massimi rappresentanti dell’Onor Caduti di Roma, presenti assieme al col. Giuseppe Margoni di Asiago, sovrintendente dei cimiteri e sacrari di guerra del Veneto e del Trentino. Alla richiesta di collaborazione hanno risposto con generosità tante sezioni della provincia». Interventi che hanno riguardato la sabbiatura e la riverniciatura dei due cannoni austriaci, da parte dei fanti di Schiavon e Tezze sul Brenta; la scarifica di intonaci sulle mura perimetrali, ammalorati dall’umidità, col reintegro con prodotti repellenti, compiuti dai fanti di Chiampo, Santorso, Malo, Marano e Costabissara-Caldogno, che hanno anche pulito con l’idropulitrice 1.200 lapidi e l’intera ara centrale marmorea, che contiene i resti di più di mille militi ignoti. Il fante e pittore Maurizio Martini ha ridipinto l’intero l’arco monumentale del solenne ingresso, con l’uso di un color pastello del tutto simile alla vicina, quattrocentesca chiesetta di S. Maria dell’Angiadura. Le ore di lavoro volontario ammontano a circa mille, mentre l’Amministrazione comunale si è assunta la spesa per i materiali utilizzati. «I fanti di Arsiero – precisa Lucio Mazzucco – oltre a lavorare, hanno offerto assistenza logistica a tutti i fanti delle altre sezioni, per i pasti e le attrezzature. Ora l’obiettivo è di finire il tutto per la grande cerimonia, organizzata da Pro loco e Associazioni d’Arma, presenti tutti i sindaci dei Comuni d’Italia che hanno dato i natali ai caduti qui sepolti». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovanni Matteo Filosofo
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1