CHIUDI
CHIUDI

18.01.2019

Botte al rivale
in amore: ma era
legittima difesa

Il tribunale di Vicenza
Il tribunale di Vicenza

PIOVENE ROCCHETTE. Il danno e la doppia beffa. Aveva fatto la posta fino all’alba sotto casa della fidanzata con la quale aveva litigato di brutto qualche giorno prima, e quando l’aveva vista accompagnata da un’amica e un ragazzo gli era montata la gelosia. Lei lo aveva snobbato ed era salita di sopra, lui allora aveva raggiunto l’altro, che nel frattempo era tornato a casa sua, dove era scoppiata una lita furibonda al termine della quale il rivale aveva colpito il fidanzato con un gancio che l’aveva mandato lungo disteso, facendosi parecchio male. Ma secondo i giudici se l’era andata a cercare, perché sia il tribunale penale, che quello civile nei giorni scorsi hanno riconosciuto al 30enne di Piovene, l’esimente della legittima difesa.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1