CHIUDI
CHIUDI

26.01.2019

Riabilitazione, l’Ulss 7 riavvia la convenzione

Il dirigente Alessandro Pigatto e il sindaco Paola Lain
Il dirigente Alessandro Pigatto e il sindaco Paola Lain

Il servizio di fisioterapia della casa diriposo “Muzan” in convenzione con l’Ulss 7 verrà ripreso, anche se allo stato attuale non è in funzione. Dal 1 gennaio non ci sono più le 12 ore settimanali di riabilitazione di cui potevano usufruire i pazienti dell’Alto vicentino nell’ex ospedale De Marchi. Era scaduto l’accordo con l’azienda sanitaria che doveva ripartire con l’attivazione dell’Unità riabilitativa territoriale, prevista il 1 gennaio ma successivamente prorogata al 1 febbraio. Intanto il responsabile del servizio rrf aveva chiesto di cessare con le prestazioni, cosa avvenuta. Il sindaco Paola Lain si è mossa ed ha incontrato direttore dei servizi sociali dell’Ulss 7 Pedemontana Alessandro Pigatto: «Ho invitato il direttore Pigatto in Comune - ha detto la Lain – per discutere e fare il punto non solo sull’attività fisioterapica, che in base ad un’apposita convenzione con l’Ulss, è gestita all’interno della casa di riposo “Muzan”, ma su tutti i servizi socio-sanitari, di cui usufruiscono non solo i nostri concittadini, ma anche quelli dei comuni limitrofi. Spetta infatti al sindaco il compito di monitorare la programmazione dell’Ulss sul territorio, e Malo con l’ospedale di comunità di 15 posti letto e i 22 dell’unità riabilitativa territoriale, si sta affermando come punto di riferimento di qualità per tutto il Distretto dell’Alto Vicentino». Nel corso dell’incontro è stato fatto poi il punto anche relativamente agli altri servizi socio-sanitari presenti a Malo prestati dall’Ulss 7, che dal 22 febbraio prossimo verranno riuniti al Centro distrettuale in via Largo Palladio 9, per far posto all’ospedale di comunità. Si tratta della medicina di gruppo integrata che conta 11 medici, 5 infermieri e un coordinatore infermieristico, ed è aperta 12 ore al giorno e il sabato mattina; del punto prelievi, aperto cinque giorni alla settimana; dell’ostetrica presente tutti i giorni per seguire le gravidanze fisiologiche con i medici; dell’equipe degli infermieri domiciliari; del punto vaccinazioni pediatriche e adulti; dell’oculista, del cardiologo, dello psichiatra, oltre che dell’attività amministrativa, aperta tutti i giorni. Ora pare venga ripristinata anche la convenzione per la fisioterapia. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

M.SAR.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1