CHIUDI
CHIUDI

12.10.2016

Protezione civile
in cattedra
per un giorno

I ragazzini impegnati con gli agenti della protezione civile.
I ragazzini impegnati con gli agenti della protezione civile.

Catastrofi naturali e pericoli domestici, ma anche emergenze sanitari e massaggi cardiaci. Una giornata insieme alla protezione civile per i ragazzi di Malo. Torna la “Giornata con la Protezione Civile,” progetto rivolto agli alunni delle scuole che nasce per far toccare con mano agli studenti quello che per loro  è stata finora solo teoria. La giornata, che coinvolgerà le classi prime della scuola media di Malo e Monte di Malo e si terrà sabato 15 ottobre dalle 8.30 alle 13.15 nel plesso “G. Ciscato”, va a completare il percorso che vede i volontari della protezione civile impegnati sul territorio da quasi un decennio. Hanno già lavorato, infatti, con quasi tutte le classi delle elementari dove con lezioni programmate, materiale multimediale e gadget hanno impartito nozioni comportamentali da adottare in caso di calamità o in genere di emergenza. «L’ obbiettivo della giornata di sabato – spiega Luca Petretto della protezione civile – non sarà solo quello di fare un ripasso dei comportamenti fondamentali di autoprotezione già trattati negli anni scolastici delle elementari (incendi domestici,  terremoti, rischi idrogeologici) ma sarà caratterizzata da un forte “esperienzialissimo”. I ragazzi, infatti, accompagnati dai volontari sia del gruppo di Malo sia da altri volontari di gruppi particolarmente sensibili a questo tipo di attività e dal loro insegnante, , dovranno destreggiarsi in simulazioni pratiche e mettere in pratica quanto loro insegnato». «Nulla è lasciato al caso in questo progetto – prosegue la protezione civile –. Due nuove tematiche infatti prendono il via. La prima è quella della chiamata d’emergenza sanitaria: con il supporto di altre associazioni di volontariato di soccorso Sanitario, i ragazzi impareranno come effettuare una chiamata di emergenza sanitaria; con prove pratiche, infine, verranno spiegati loro alcuni comportamenti fondamentali da adottare in caso di emergenza e nel caso di situazioni gravi come quelle che richiedono il massaggio cardiaco. Il secondo tema è quello dell’educazione stradale: con l’ausilio di alcuni uomini e mezzi della polizia locale gli alunni verranno sensibilizzati con importanti nozioni riguardanti l’educazione stradale e le funzioni della stessa sul territorio».

 

RUGGIEROC
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1