CHIUDI
CHIUDI

05.02.2019

Pedemontana, il Tar dice no alla sospensiva

L’assemblea per parlare della galleria di Vallugana.  K.Z.
L’assemblea per parlare della galleria di Vallugana. K.Z.

I lavori nella galleria di soccorso di Vallugana possono proseguire, ma restano sotto osservazione del Tar del Lazio che il prossimo 29 aprile discuterà nel merito il ricorso, ritenuto «rilevante», presentato dai 40 residenti di Malo con “capofila” il CoVePA, Comitato veneto per una pedemontana alternativa. I giudici del Tribunale amministrativo regionale del Lazio che sono stati chiamati a pronunciarsi sul corposo documento presentato nei giorni scorso hanno per prima cosa respinto la richiesta di sospensione cautelare del cantiere attivo nella località maladense di Vallugana, dove il consorzio di imprese Sis, dopo il parere del Ministero dell'ambiente, può lavorare usufruendo di un'importante variante al progetto valido fino a qualche settimana fa: quella che avrebbe dovuto essere solo una galleria di soccorso a servizio di quella principale, sarà invece utilizzata anche come traforo “facilitatore” per lo scavo del tunnel “Malo” e cioè la galleria fondamentale per concludere il collegamento con la valle dell'Agno e considerare “fuori pericolo” la conclusione della Superstrada pedemontana veneta. Questa variazione, come è facile immaginare, comporterà un grande aumento del volume dei lavori, del passaggio dei mezzi pesanti in ingresso ed in uscita, delle esplosioni utilizzate per bucare la montagna e delle polveri sollevate in aria in un cantiere che, invece, avrebbe dovuto essere secondario. Questa variante è stata resa necessaria dopo i quasi due anni di sequestro del tunnel principale da entrambi i lati: da quello di Malo, infatti, ha perso la vita Sebastiano La Ganga, operaio impegnato nella conduzione del cantiere, mentre dall'altro lato c'era stato un importante cedimento del terreno. Specie dal lato Malo, i lavori sono stati duramente frenati dal sequestro disposto dalla procura di Vicenza e, anche se ora pare che il dissequestro possa essere dietro l'angolo tanto che sono stati richiesti appositi lavori di messa in sicurezza delle aree in disuso, sarebbe comunque tardi per consegnare l'opera entro i tempi stabiliti senza l'uso della galleria di Vallugana. L’argomento, anche perla bretella di connessione con la frazione di San Tomio, è stata oggetto dio diverse assemblee dal clima teso. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

K.Z.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1