CHIUDI
CHIUDI

01.02.2019

«La capitale in collina delle arti marziali»

Un momento dello stage di arti marziali a Priabona.   K.Z.
Un momento dello stage di arti marziali a Priabona. K.Z.

«Monte di Malo può diventare il punto di riferimento vicentino per le arti marziali». Ne è convinto il pluri-campione italiano ed europeo di kick boxing, il cornedese Paolo Marangon, che fa parte dello staff dell'Asd “Shootfighters” di via Pologni, nella frazione di Priabona. Da cosa nasce una convinzione tanto forte relativa a questa possibilità per il paese collinare che, di solito, pensa ad altre opzioni per una valorizzazione? Dal recente grande successo riscosso dalle stage organizzato nei giorni scorsi sul tatami del centro sportivo con la campionessa mondiale di kick boxing Cristina Caruso. L'evento domenicale diviso in due momenti, la mattina gli atleti più giovani e nel pomeriggio, poi, quelli adulti, ha richiamato una quarantina di persone. Di queste, elemento che ha ulteriormente confortato il gruppo di organizzatori, oltre la metà non sono tesserate del sodalizio priabonese ma sono arrivate da fuori. «Avevamo qualche timore ma abbiamo visto che i numeri ci sono – ha spiegato soddisfatto l'istruttore Marangon, impegnato in prima persona nell'organizzazione -. Con questi personaggi, tanti atleti sono invogliati a raggiungerci. Ora, anche grazie a nuovi eventi che abbiamo già in mente puntiamo a consolidare se non addirittura aumentare queste cifre. Ho conosciuto Cristina quando lei era agli albori della sua carriera mentre io ero agli sgoccioli nella mia esperienza agonistica. Oltre alla conoscenza diretta con questa grande atleta, quello che ci ha spinto a contattarla per questo stage è stata una particolarità, e cioè la sua laurea in Scienze motorie. Mi spiego: la maggior parte delle volte, un campione non sa esattamente perché ha agito in un determinato modo per vincere, trionfa e basta e deve ringraziare l'allenamento e la natura. Lei, invece, è stata in grado di spiegare cosa sta dietro ai movimenti». Per testimoniare la vicinanza del Comune ad un evento prestigioso, con la presenza di una campionessa mondiale come Caruso che potrebbe aver aperto la strada per un'inaspettata valorizzazione del paese collinare, allo stage ha portato i suoi saluti anche il primo cittadino montemaladense Mosè Squarzon. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

K.Z.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1