CHIUDI
CHIUDI

01.03.2019

La protesta
per il clima
che cambia

Gli studenti davanti a palazzo Garbin
Gli studenti davanti a palazzo Garbin

SCHIO. Per il secondo venerdì di seguito, gli studenti scledensi sono scesi in piazza per manifestare contro il cambiamento climatico. Unendosi alla battaglia “Fridays for future“ cominciata lo scorso agosto dalla sedicenne svedese Greta Thunberg, la quale per protesta cominciò a saltare scuola ogni venerdì per andare a protestare davanti al parlamento, gli alunni vogliono lanciare un messaggio rivolto non solo al mondo della politica, ma a tutta la popolazione. L’iniziativa di Greta Thunberg, nel giro di pochissimo tempo, ha conivolto milioni di persone in tutto il mondo, diventando lei stessa il simbolo della lotta per la giustizia climatica globale e intervenendo più volte all’Onu e al Parlamento europeo. «Noi vogliamo cambiare veramente la mentalità su un argomento preso ancora troppo alla leggera - ci raccontano i ragazzi del Coordinamento Studentesco dell’Altovicentino - vogliamo fare in modo che i dibattiti sul clima vengano trattati dal governo, se non facciamo qualcosa oggi non avremo più nessun domani. Ci stiamo organizzando in modo da riuscire a creare un corteo anche qui a Schio per la manifestazione internazionale sul cambiamento climatico del 15 marzo».

Massimo Dagli Orti
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1