CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

30.10.2017

Si schianta in auto, giovane in coma

Ora il 24enne si trova ricoverato in rianimazione al San Bortolo in gravissime condizioniEzio Caldognetto davanti al cancello abbattuto. FOTO BILLO
Ora il 24enne si trova ricoverato in rianimazione al San Bortolo in gravissime condizioniEzio Caldognetto davanti al cancello abbattuto. FOTO BILLO

Uno schianto nella notte a pochi passi dal centro, l'intervento dei vigili del fuoco e la corsa in ambulanza al pronto soccorso del San Bortolo: versa in gravi condizioni Andrei Bahrin, magazziniere 24enne di origini rumene residente a Castelgomberto, che, circa alle 3 e mezza di ieri, mentre era alla guida di una Mini Cooper ha perso il controllo del veicolo, andando a schiantarsi contro il cancello e il muro di un'abitazione al civico 6/A in via Cantarana a Isola Vicentina. Attualmente il giovane, che nello scontro ha riportato delle lesioni alla testa, è ricoverato nel reparto di rianimazione dell'ospedale berico. «Era passato a salutare degli amici in un bar della zona per ripartire subito in auto. I presenti hanno detto di aver sentito il botto dopo appena pochi secondi», racconta la sorella Ana Maria Bahrin. «Subito sono corsi a vedere ciò che era successo: dopo aver impattato frontalmente con un cancello, Andrei era stato sbalzato sul sedile anteriore del passeggero, sfondando con la testa il finestrino destro. Non ne abbiamo la certezza, ma forse stava guidando senza cintura». Gli amici del ragazzo hanno immediatamente allertato i soccorritori che in pochi minuti sono giunti in via Cantarana. «Stavamo dormendo profondamente quando all'improvviso siamo stati svegliati di soprassalto da un boato. Sembrava una bomba», aggiunge Ezio Caldognetto assieme alla moglie Lucia Mantiero, residenti nella casa sulla quale l'auto è andata ad impattare. «Mi sono precipitato in strada e ho visto una Mini bianca con la parte anteriore completamente distrutta. La violenza con cui ha sbattuto contro il cancello è stata tale che la vettura, dopo l'urto, è andata in testacoda prima di fermarsi. All'interno c'era un giovane. Non era cosciente e non si muoveva». Alla chiamata d'allarme al 118 è subito seguito l'intervento di un'ambulanza nella stradina a senso unico, supportato dai vigili del fuoco di Schio. I pompieri hanno poi estratto il conducente dall'abitacolo. Per il personale medico del Suem le condizioni del ragazzo sono parse subito preoccupanti: dopo averlo stabilizzato, lo hanno trasportato d'urgenza all'ospedale del capoluogo. «Forse ha impostato male la curva o magari era solo stanco perché aveva lavorato fino alle 22. Di certo non era ubriaco», spiega la sorella di Bahrin. «Al momento mio fratello è ricoverato nel reparto di rianimazione, in coma e con una prognosi riservata: non respira autonomamente, è sedato e i medici dicono che ha riportato qualche ferita superficiale, oltre alla lesione più preoccupante alla testa. Fra 24 ore potremo avere maggiori informazioni sulle sue condizioni». Sull'accaduto ora stanno effettuando degli accertamenti i carabinieri della compagnia di Schio, intervenuti ieri notte. I militari dell'Arma verificheranno se il conducente, al momento del sinistro, stesse rispettando o meno le norme previste dal codice della strada. Per il momento non è chiaro cosa possa aver provocato l'incidente, se un colpo di sonno o cause di altra natura. Le operazioni di recupero del mezzo sono state ultimate poco prima delle 5.

Marco Billo
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Il 17 dicembre si voterà per la fusione dei comuni di Arsiero e Tonezza. Andrai a votare?
ok