CHIUDI
CHIUDI

14.11.2018

«Rissa subito sedata me nessuno sparo»

L’area di sosta dov’è avvenuta la rissa subito sedata.  STUDIO STELLA
L’area di sosta dov’è avvenuta la rissa subito sedata. STUDIO STELLA

«Tre immigrati africani, con fare minaccioso, sono venuti a prendere un ragazzo che stava mangiando un panino e nel parcheggio forse volevano picchiarlo ma abbiamo chiamato noi i carabinieri e la rissa è stata subito sedata. Non c’è stato alcuno sparo e non abbiamo visto coltelli». Veronica Filip, titolare del Mada Cafè, spiega la sua versione dei fatti accaduti nella notte di mercoledì scorso e che ha fato dirottare ben tre pattuglie dei carabinieri (radiomobile di Schio e Thiene, stazione di Sandrigo) più una della polizia locale dell’Unione, nel parcheggio davanti al suo locale. Versione peraltro corroborata dai filmati della videosorveglianza «che abbiamo consegnato ai militari». Eppure qualcuno aveva a sua volta avvertito le forze dell’ordine parlando di spari in aria con una pistola, mentre il vicesindaco Nicolas Cazzola, da noi interpellato, aveva sentito di coltelli estratti. «Invece dai filmati questo non si vede - prosegue Filip. - Siamo noi i primi a chiedere l’intervento dei carabinieri se c’è qualcosa che non va, ed infatti l’abbiamo fatto. Quando siamo subentrati nella gestione del locale (molto gettonato e che si affaccia sulla provinciale 46, appena dopo il centro abitato isolano), abbiamo subito adottato provvedimenti per garantire la sicurezza dei fruitori. Al mercoledì sera qui si balla latino-americano e chi viene ha tra i 40 e i 50 anni, una clientela tranquilla tanto che non utilizziamo i buttafuori, presenti in altre serate». Come avevamo anticipato ieri, nessuno si è fatto male e il locale non ha alcuna responsabilità su quanto accaduto nell’ampia area di sosta esterna. La rissa è stata immediatamente bloccata e ora i carabinieri, con l’ausilio di testimonianze e filmati, indagano per risalire all’identità di chi l’ha provocata e al movente, pare una ragazza contesa. «Da quando ci siamo noi qui si viene per passare serate in serenità - conclude Filip. - Stiamo attenti ad ogni minimo dettaglio pur di assicurare tale clima all’interno del locale. E continueremo a collaborare con le forze dell’ordine qualora se ne verificasse la necessità». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

M.SAR.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1