CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

12.10.2017

Petizione popolare
contro le sale giochi
«Vanno limitate»

La sala giochi aperta lungo la Sp 46 nel territorio isolano
La sala giochi aperta lungo la Sp 46 nel territorio isolano

La lotta al gioco d’azzardo sfocia a Isola in una petizione popolare contro «il proliferare di sale giochi». La richiesta, che dopo la raccolta di firme approderà sui banchi dell’aula consiliare, chiede che nuove strutture siano poste ad almeno 500 metri da scuole, chiese, impianti sportivi, sedi associative, biblioteche, luoghi di aggregazione sociale, presidi sanitari, agenzie di pegno o compravendita di preziosi.

«Ci siamo mossi - spiegano i promotori - sulla scia dei provvedimenti emessi in varie parti d'Italia, a Schio e soprattutto a Monte di Malo (dove in un caso simile era stata data una concessione edilizia ma poi, modificato il regolamento per l'esercizio di sale giochi/video slot, l'apertura era stata vietata vista la vicinanza di un centro medico). Ci siamo avvalsi della collaborazione dell'avvocato Osvaldo Asteriti, esperto nella battaglia con l’azzardo, per redigere una petizione popolare da inviare al consiglio comunale di Isola Vicentina affinché faccia un regolamento apposito, indichi dei punti sensibili adeguati con le relative distanze e imponga degli orari anche ad altre strutture o locali pubblici che hanno al loro interno le video slot».

Il consiglio dell'unità pastorale di Isola si è dichiarato immediatamente disponibile ad affiancare i cittadini nell'azione intrapresa e fornisce già da qualche giorno, i locali del centro ricreativo "Don Franco" nei pressi della chiesa di Isola come luogo per la raccolta delle firme e già qualche bar “Slot free” ha dato la disponibilità . Entro pochi giorni anche la parrocchia di Castelnovo indicherà un luogo per le adesioni ma ci sono già i volontari del comitato “no slot” che stanno battendo le scuole. M.SAR.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Il 17 dicembre si voterà per la fusione dei comuni di Arsiero e Tonezza. Andrai a votare?
ok