CHIUDI
CHIUDI

14.02.2019

La molesta per anni Condannato a 6 mesi

Telefonate e messaggi all’ex e al suo nuovo compagno erano continui
Telefonate e messaggi all’ex e al suo nuovo compagno erano continui

Per Salvatore Ferro, 49 anni, residente a Isola Vicentina, accettare la fine del rapporto con la sua ex (avvenuto nel marzo 2011) a quanto pare non era impossibile. Dalla fine della relazione il 49enne, condannato ieri a sei mesi di reclusione dal giudice per l’udienza preliminare Massimo Gerace, aveva infatti cominciato a tempestare la donna e pure il suo nuovo compagno di telefonate e messaggi infarciti di minacce accompagnati poi da appostamenti e pedinamenti costringendo l’ex a cambiare numero di telefono, e persino la residenza. Molestie che si erano interrotte solo temporaneamente nel 2012 per poi riprendere nuovamente nel 2013, 2014, e 2015. Quindi, dopo una pausa di sei mesi, nel novembre 2016, Ferro, difeso dall’avvocato Sonia Melissa Negro, era tornato alla carica inviando alla mail della sua ex continui messaggi contenenti «frasi amorose o senza senso con allegate foto pornografiche o di altro tipo» e non lasciando in pace nemmeno il nuovo compagno della donna. Tanto che, sempre nel novembre 2016, l’imputato aveva raggiunto, affiancandosi, all’auto del nuovo partner dell’ex fidanzata per chiedergli se avesse intenzione di sposarla e di fare dei figli con lei. L’ennesima condotta persecutoria che aveva notevolmente allarmato la coppia. Ma evidentemente non ancora contento, il 49enne, nell’agosto di due anni fa si era presentato sotto casa della donna, rappresentata dall’avvocato Enrico Mariotto, cominciando a suonare ripetutamente il campanello fino all’arrivo delle forze dell’ordine. Le denunce erano quindi finiti sul tavolo del pubblico ministero Claudia Brunino che aveva deciso di aprire un fascicolo contro Salvatore Ferro accusandolo di stalking. Chiesto e ottenuto il rinvio a giudizio, ieri mattina si è svolta l’udienza preliminare davanti al giudice Massimo Gerace. L’imputato, tramite il suo legale, aveva chiesto di essere giudicato con il rito abbreviato che in caso di condanna consente lo sconto di un terzo della pena. Al termine dell’udienza il gup ha quindi stabilito che Ferro venisse condannato a sei mesi di carcere riservandosi 90 giorni per il deposito delle motivazioni della sentenza. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1