CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

18.08.2018

«Insegna fuori norma» Rimossa dalla sala slot

Gli uffici comunali hanno chiesto di togliere vetrofanie e insegna.  K.Z.
Gli uffici comunali hanno chiesto di togliere vetrofanie e insegna. K.Z.

Lotta dura tra il Comune di Isola e la sala slot di viale Europa. Non sono bastate le tre multe elevate dagli agenti della polizia locale dell'Unione dei Comuni nel primo giorno di apertura. Proprio durante la giornata di inaugurazione, gli agenti della polizia consortile del comandante Ermanno Pianegonda lo scorso 15 giugno, avevano rilevato l'installazione delle vetrofanie e dell'insegna con illuminazione fuori norma rispetto al piano degli interventi comunale. E questo anche considerato che l’area su cui sono state realizzare le opere è soggetta a vincolo paesaggistico a causa della presenza del torrente Giara, i cui argini determinano una fascia di rispetto di 150 metri. Per la verità, la società che gestisce la sala slot aveva presentato una regolare richiesta per le installazioni, ma la procedura era stata sospesa. Nonostante la regolare notifica della sospensione, i lavori sono proseguiti ed è stato quindi inevitabile che le opere proposte risultassero in parziale contrasto con le disposizioni del piano degli interventi come stabilito dal Comune. Anche perché la commissione locale per il paesaggio aveva ritenuto che le installazioni proposte fossero di notevole impatto. Ergo: le installazioni sono state eseguite senza autorizzazione. Una prima ordinanza lo scorso 11 luglio ha stabilito che il proprietario, a proprie spese, dovesse provvedere al ripristino dei luoghi eliminando le opere abusive entro dieci dalla notifica. La ditta “Macao” che gestisce il locale aveva chiesto una piccola proroga fino a Ferragosto, che era stata accordata dall'Amministrazione. A quel punto, in prossimità della scadenza concordata, l'avvocato della società ha chiesto di arrivare fino alla fine di settembre ma l'ulteriore rinvio è stato negato ed effettivamente, nei giorni scorsi, le opere che dovevano essere eliminate, sono sparite. «I cittadini ci chiedono la linea dura - commenta il vicesindaco Nicolas Cazzola -. I regolamenti sono stati voluti, studiati e approvati da questa giunta e chi non li rispetta, ne pagherà le conseguenze». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

K.Z.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1