CHIUDI
CHIUDI

25.01.2019

Cerimonia con reduci della ritirata di Russia

I volontari di “Tracce della memoria” a Nikolajewka
I volontari di “Tracce della memoria” a Nikolajewka

Sarà un anniversario da ricordare. Il 76° della ritirata di Russia e della battaglia di Nikolajewka organizzato per domani sera, dalle 20.30, al teatro “Marconi” dell'omonima piazza di Isola va oltre la semplice cerimonia commemorativa. E non lo fa soltanto per la profondità e la commozione di un momento che ripercorre una della pagine più tragiche del nostro Paese ma soprattutto perché storia e musica si fonderanno in un evento che avrà i crismi dell'eccezionalità per almeno due motivi. Il primo è che la Campagna di Russia si potrà “toccare con mano”. Sul palco del teatro isolano, infatti, saliranno due che in quei luoghi a combattere ci sono stati davvero e che a distanza di quasi 80 anni ancora non dimenticano: Giuseppe Bassi che ha raggiunto il traguardo dei 100 anni e Domenico Tizian, 99 anni, entrambi reduci, che porteranno la loro preziosa testimonianza. L'altro motivo si deve in gran parte a Edoardo Chiappafreddo e Roberto Mantiero, ricercatori dell'associazione storico-aeronautica “Dogfight” (che organizza l'evento assieme al Comune e all'associazione storico-culturale isolana “Tracce di memoria”). I due appassionati si storia, assieme ad alcuni storici russi della zona di Cerkovo, hanno trovato un reperto straordinario: il gavettino che è appartenuto al carabiniere reale Giuseppe Placido Mosca, decorato con la medaglia d'oro al valore militare, che è caduto combattendo valorosamente durante la battaglia di Arbuzovka il 22 dicembre del 1942. In un momento toccante, questo gavettino sarà consegnato nelle mani del nipote di Mosca, Alaimo Calogero, che per l’occasione arriverà ad Isola dalla Sicilia. E se questa è la parte storica, non è da sottovalutare quella musicale, con la prima edizione di una rassegna corale destinata a diventare un appuntamento fisso. Il cartellone prevede l'esibizione di due formazioni, il coro della brigata alpina Julia congedati Italia guidato dal direttore Michele Gallas ed il coro dell'associazione nazionale alpini “Amici miei” di Montegalda diretto da Alberto Bortoli. L'evento sarà condotto da Claudio Pellizzaro. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

K.Z.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1