CHIUDI
CHIUDI

15.03.2019

Aggredì la moglie
col mattarello
Preso latitante

Mariano Munaretto era fuggito dal Portogallo
Mariano Munaretto era fuggito dal Portogallo

SCHIO. Un arresto su mandato di cattura internazionale. Ieri i carabinieri  hanno rintracciato e portato in carcere in attesa di estradizione Mariano Munaretto, thienese di 78 anni, pensionato, incensurato in Italia. Era ricercato perché deve terminare di scontare una pena detentiva per tentato omicidio e lesioni personali gravi commessi in Portogallo nel 2001, nei confronti della ex moglie portoghese.

Munaretto ha vissuto gran parte della propria vita all’estero e in Australia, in gioventù, aveva conosciuto la sua futura moglie; insieme avevano viaggiato per varie nazioni, compresa l’Italia, dove avevano risieduto anche per diversi mesi. Avevano poi decido di stabilirsi in Portogallo ma i rapporti coniugali erano andati peggiorando e avevano iniziato a vivere da separati in casa.

Una sera, nel gennaio del 2001, la donna, rientrata dopo diverse commissioni, era stata aggredita dal marito che l’aveva colpita alla testa dapprima a mani nude, poi con un mattarello. Passato il momento di furia Munaretto le aveva detto che avrebbe chiamato i soccorsi solo se lei avesse detto di essere caduta dalle scale; nonostante l’iniziale accondiscendenza, la vittima aveva poi denunciato il suo aggressore, che era stato condannato a scontare circa 4 anni di detenzione in carcere e ad un risarcimento pecuniario.

Nel marzo 2004, dopo aver trascorso circa 2 anni e 7 mesi in carcere aveva ottenuto un permesso premio per trascorrere un periodo fuori dal luogo di detenzione; grazie ai documenti italiani in suo possesso, era fuggito tornando in Italia, dove ha vissuto sinora.

Il mandato di arresto europeo è stato emesso a febbraio di quest’anno e ieri è scattato l'arresto.

 

 

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1