CHIUDI
CHIUDI

20.02.2019

Semaforo rosso, dimezzate le multe

L’installazione di due Vista-red a Tavernelle ha dimezzato il numero di passaggi con il rosso. ARCHIVIOSerena Volante. A.F.
L’installazione di due Vista-red a Tavernelle ha dimezzato il numero di passaggi con il rosso. ARCHIVIOSerena Volante. A.F.

Dimezzate in tre mesi le multe grazie ai controlli dei Vista-red ad Altavilla e Sovizzo. Automobilisti più prudenti, meno passaggi con il rosso e, soprattutto, viabilità più sicura. Funziona il progetto messo in campo alcuni mesi fa da dall'Unione “Terre del Retrone”, ovvero Altavilla, Creazzo e Sovizzo uniti per il servizio di polizia locale. A metà novembre sono entrate in funzione due telecamere intelligenti, i Vista-red, a Tavernelle lungo la Statale 11, installate per evitare che i conducenti possano “bruciare” il semaforo o saltare la fila. Nel tratto di Altavilla, infatti, si è passati da oltre 5 multe quotidiane a novembre, a 4 a dicembre e a 3 a gennaio. «A Sovizzo la situazione registrata è ancora più positiva - afferma il comandante della polizia locale, Serena Volante -: a novembre le sanzioni quotidiane erano addirittura 8. Si è passati a dicembre che erano 6 e a gennaio sono diventate 4. Significa che gli automobilisti stanno più attenti. Chi rischiava e passava ugualmente nonostante il semaforo indicasse di fermarsi ora non lo fa più, aspetta il verde. Sono dimezzate le multe e significa che i rischi su quel tratto di strada e in quella determinata situazione sono calati del 50%». Ma soprattutto è stato raggiunto un primo risultato. «Cioè la prevenzione - prosegue il comandante - ed è ciò a cui teniamo particolarmente. Sicuramente vorremmo che il numero di sanzioni per il passaggio con il rosso continuasse a calare, il nostro obiettivo è di avere al massimo 2-3 multe al giorno. Se possibile anche meno». Il comandante, inoltre, evidenzia un fattore fondamentale che differenzia le nuove strumentazioni da quelle del passato. «Prima di tutto – precisa Volante - i Vista-red entrano in funzione filmando il transito con il rosso e non con il giallo, che comunque ha una lunga durata e quindi i conducenti fanno in tempo a fermarsi. A visionare i video sono degli agenti preposti, che sono preparati a tale funzione e, caso per caso, valutano tutta la situazione che ha portato il mezzo a “bruciare” il semaforo. Eleviamo la sanzione solo quando il passaggio proibito è certo al 100 per cento e non c’è alcun dubbio sull’episodio». L’importo della contravvenzione, secondo quanto stabilito dal codice della strada, ammonta a quasi 117 euro, se pagata entro 5 giorni, e arriva a 167 se invece dal 6° giorno in poi e addirittura aumenta di un terzo se l’infrazione si commette dalle 22 alle 7 del mattino, momento in cui la visibilità è più scarsa e quindi è necessario aumentare i livelli di attenzione ed essere maggiormente prudenti. In più, infine, ai trasgressori vengono decurtati sei punti dalla patente. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Antonella Fadda
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Si va verso la fusione di Sovizzo e Gambugliano per farne un Comune unico. Sei d'accordo?
ok