CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

03.10.2017

Due caprioli uccisi
a colpi di fucile
Caccia ai bracconieri

Oltre 800 i caprioli in provincia
Oltre 800 i caprioli in provincia

Due caprioli uccisi dai colpi sparati con un fucile a pallini. È accaduto domenica mattina a S. Valentino di Brendola. A trovare gli animali ormai senza vita è stato un cittadino, che li ha notati sul proprio campo vicino casa. Allertati immediatamente carabinieri, Associazione “Difesa Natura Colli Berici” di Arcugnano e polizia provinciale che ora procederà con la segnalazione in procura contro ignoti. «È un atto di bracconaggio - precisa il comandante della polizia provinciale Claudio Meggiolaro - questo non rientra nella caccia di selezione che avviene con certe metodologie e da parte di persone autorizzate. Non si possono cacciare i caprioli con il fucile a pallini. Per questo scatta la segnalazione penale contro ignoti. All’anno succedono 7/8 casi di questo tipo. O almeno quelli in cui ritroviamo gli animali uccisi». Polizia provinciale che sta cercando di raccogliere ogni informazione utile per individuare i responsabili. Da una prima ricostruzione è possibile che i cacciatori, visti i caprioli, abbiano sparato per ucciderli ma non li abbiano prelevati subito forse pensando di tornare più tardi o perché disturbati dalla presenza di qualcuno. «Erano due caprioli adulti di 18 mesi, un maschio e una femmina della stessa cucciolata - aggiunge Bertillo Conte, presidente dell’associazione Difesa Natura Colli Berici - sono stati colpiti in pieno dalla fucilate, avevano una grave emorragia interna. Potrebbero anche essere scappati dopo i colpi, correndo finché hanno avuto le forze per farlo. Quando la persona li ha trovati vicino casa domenica mattina erano morti da poco». L.N.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Si va verso la fusione di Sovizzo e Gambugliano per farne un Comune unico. Sei d'accordo?
ok