CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

22.08.2017

Consolidati gli argini
rovinati dalle nutrie

Il consorzio di bonifica ha rimesso a nuovo lo scolo Valdiezza
Il consorzio di bonifica ha rimesso a nuovo lo scolo Valdiezza

Sono stati utilizzate 833 tonnellate di sassi per ripristinare più tratti di sponde e per risolvere quindi i problemi idraulici allo scolo Valdiezza a Gambugliano.

L’intervento, eseguito dal consorzio di bonifica Alta Pianura Veneta, si è reso necessario perché il corso d’acqua era stato oggetto di frane lungo gli argini a causa della normale opera erosiva dell’acqua, ma anche per la presenza delle nutrie, note per i loro danneggiamenti, problema tuttora irrisolto.

«Il lavoro ha coinvolto più tratti, a monte della strada provinciale che va a Monteviale, per oltre 150 metri, ed è stato eseguito con uomini e mezzi del consorzio - spiega Silvio Parise, presidente dell’ente di bonifica Alta Pianura Veneta -. Si tratta di un intervento che rientra nelle attività di manutenzione ordinaria che vengono attuate nel territorio di competenza, 98 Comuni tra Padova, Verona e Vicenza, in collaborazione con le Amministrazioni. I lavori a Gambugliano sono stati eseguiti da personale specializzato e l’utilizzo di sassi fa sì che le sponde riescano a sopportare maggiormente l’azione erosiva costante dell’acqua, che nell’area interessata rappresenta un fenomeno non raro».

Non meno grave però è la pericolosità rappresentata dalle nutrie, più volte evidenziata anche dal Comune di Gambugliano oltre che dal consorzio. «Abbiamo ripetutamente denunciato la necessità di porre rimedio alla proliferazione di questo animale - conclude Parise - ma ad oggi non risultano adottate metodologie efficaci a ridurre la presenza delle nutrie, la cui pericolosità è altissima e gli effetti sugli argini sono tanto subdoli quanto difficilmente visibili. Occorrerà agire al più presto».

«Purtroppo è da anni che anche il nostro comune deve affrontare l’emergenza legata alla presenza delle nutrie - conferma il sindaco Lino Zenere - lo abbiamo segnalato più volte. Creano un danno all’ambiente, oltre che agli argini, e ormai arrivano fino quasi al centro abitato».

Luisa Nicoli
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Si va verso la fusione di Sovizzo e Gambugliano per farne un Comune unico. Sei d'accordo?
ok