CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

22.10.2017

Nordic park tra i castelli
«Il più grande d’Italia»

Il momento dell’inaugurazione del Nordic Walking Park più grande d’Italia. FOTOSERVIZIO MASSIGNANIl cartello alla partenza con il Qr code per monitorare i sentieri
Il momento dell’inaugurazione del Nordic Walking Park più grande d’Italia. FOTOSERVIZIO MASSIGNANIl cartello alla partenza con il Qr code per monitorare i sentieri

Il più grande nordic walking park d’Italia è a Montecchio. Quasi 83 chilometri, 11 percorsi diversi, tre punti di partenza, 100 pali segnaletici e 300 tabelle che indicano i sentieri. Sono alcuni dei numeri del parco che si snoda lungo i sentieri e le colline di Montecchio, passando dai castelli alle frazioni fino al centro cittadino, e realizzato dall’Asd nordic walking di Montecchio in collaborazione con il Comune.

Il Park sarà anche altamente tecnologico dal momento che su ogni tabellone di partenza è presente un “Qr code”, scaricabile su cellulari o tablet. Il codice, infatti, mette direttamente in comunicazione con il sito web dell’associazione nordic castellana; di qui si potrà scaricare il percorso e le tracce gpx che segnalano letteralmente passo passo dove ci si trova. La manutenzione dei percorsi sarà curata dall’associazione Insieme con il gruppo Trodi.

Erano presenti in tanti ieri mattina all’inaugurazione ufficiale: il sindaco Milena Cecchetto e la Giunta, il presidente del Consiglio regionale, Roberto Ciambetti, l’assessore regionale all’istruzione, Elena Donazzan, il presidente castellano dei walking, Luca Rigodanzo, gli istruttori e gli associati al gruppo. Erano anche presenti il presidente della scuola italiana della disciplina nordica, Pino Dellasega, e il presidente e il vicepresidente vicario Fidal del Veneto, Christian Zovico e Giuliano Corallo, gli amministratori dei Comuni vicini e i rappresentanti delle categorie economiche.

Rigodanzo ha spiegato le particolarità tecniche del Park raccontando quando è nata l’idea della struttura, tre anni fa, e la sua realizzazione. «Gli 11 percorsi sono suddivisi a seconda della difficoltà altimetrica e la lunghezza varia dai 4 ai 12 chilometri – ha detto -, i tre punti di partenza sono davanti al municipio e nelle frazioni di SS. Trinità e S. Urbano. Abbiamo portato a termine questo progetto, perché camminare fa bene».

Il sindaco Milena Cecchetto e il vicesindaco Gianluca Peripoli hanno ringraziato gli “walkers” castellani: «Per scoprire i nostri bellissimi colli non c’è modo migliore che farlo a piedi – ha detto il sindaco -: un turismo lento, che consente di assaporare il paesaggio in qualsiasi stagione». «Oggi è un grande giorno per lo sport e per la nostra città – ha aggiunto Peripoli - che si arricchisce del parco nordic più grande d’Italia. Dopo l’ammodernamento del pattinodromo e del Palacollodi è un altro fiore all’occhiello per chi pratica sport, cura la salute e lo vuole fare all’aperto».

Di sport e salute hanno parlato Ciambetti e Donazzan ponendo l’accento sull’importanza del Park a livello regionale. «Il Veneto è stata la prima regione ad aver introdotto nelle scuole le Giornate dello Sport – ha ricordato l’assessore -. Invito l’associazione a coinvolgere le scuole per iniziative dedicate alla scoperta di questi percorsi”.

L’inaugurazione è stata l’occasione per consegnare a “Casa Joseph”, che accoglie minori, le offerte raccolte in occasione del raduno nazionale degli istruttori di nordic walking, che si è svolto alcuni mesi fa proprio a Montecchio.

Antonella Fadda
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1