CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

13.01.2018

“Lasciami volare” Un padre racconta la perdita del figlio

Gianpietro Ghidini
Gianpietro Ghidini

Una toccante testimonianza sul dialogo tra genitori e figli. “Lasciami volare” è il titolo del libro e della serata di presentazione in programma martedì 16 gennaio, con inizio alle 20.30, al Palazzetto dello sport a Montebello con l’autore Gianpietro Ghidini che parlerà della propria storia e di quella di suo figlio Emanuele, scomparso quattro anni fa in una notte tragica. Emanuele la notte del 23 novembre 2013, all’età di 16 anni, andò ad una festa con amici maggiorenni che gli proposero della droga, la provò e sulla strada del ritorno si gettò nel fiume che scorre vicino casa. Il suo corpo fu trovato privo di vita solo dopo ore di ricerche. Da allora papà Gianpietro ha deciso di creare la fondazione Pesciolino Rosso per andare nelle scuole - e sono già più di mille gli incontri che si sono tenuti fino ad oggi in ogni parte d’Italia - per raccontare la sua storia a figli e genitori. Una testimonianza di vita per cercare di condividere l’idea che non solo possiamo sopravvivere al dolore, ma che le sofferenze e le difficoltà della vita ci possono rendere migliori, perché quello che oggi sembra farci cadere può essere quello che domani ci aiuterà a stare in piedi. È questo il senso di fondo di “Lasciami volare”, la toccante testimonianza diretta che sarà portata nella serata organizzata dal Comitato dei genitori con il patrocinio dell’Amministrazione comunale. Per partecipare occorre confermare la propria presenza. Il mattino si terrà un incontro con gli studenti della scuola secondaria di Montebello, Gambellara e Brendola. • M.G. © RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1