CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

17.05.2018

2mila chilometri
a piedi per aiutare
il piccolo Davide

L'arrivo a Montebello (Guarda)
L'arrivo a Montebello (Guarda)

MONTEBELLO. Ha fatto tappa a Montebello il camminatore solidale arrivato con la pioggia nella serata di martedì 15 maggio per ripartire la mattina mercoledì 16 di buonora alla volta di Verona, per un’altra tappa, ancora più lunga. Daniele Riccioni ha iniziato il suo viaggio l’8 maggio da Venzone, in provincia di Udine, con un programma di più di duemila chilometri allo scopo di sensibilizzazione sulla raccolta di fondi dedicata a Davide, un bambino di sei anni bisognoso di cure.

L’iniziativa si chiama “Dal Friuli a Santiago di Compostela: 2.200 chilometri per Davide” e martedì il podista friulano, ormai arrivato in Veneto, ha attraversato la provincia di Vicenza facendo un’unica tappa a Montebello dove è stato accolto in parrocchia che si è resa disponibile ad ospitarlo. La tappa è stata la numero 8, da San Pietro in Gu, Padova, a Montebello, per 35,4 chilometri e 49.227 passi, percorsi con lo zaino durante la giornata di piovosa. «Oggi – ha annotato sul suo diario sulla pagina facebook “Io cammino per Davide” - dalla partenza all'arrivo mi ha accompagnato la pioggia. Leggera ma costante, come un'amica fedele. Devo controllare che non mi sia cresciuto il muschio da qualche parte. All'arrivo a Montebello ho incontrato don Paolo, che è stato militare a Venzone nel '94: che piccolo il mondo, e con la testa faccio un balzo a casa».

Per seguire l’itinerario di Daniele Riccioni e per sapere come e dove donare è possibile visitare la pagina Facebook

Matteo Guarda
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1