CHIUDI
CHIUDI

22.02.2019

I raid dei vandali al parco costano 120 mila euro [ANNULLO]

Una devastazione avvenuta ad opera di vandali nelle aree verdi.  G.Z.Vandali in azione anche al parco vicino a piazzale Collodi.  FOTO ARCHIVIO
Una devastazione avvenuta ad opera di vandali nelle aree verdi. G.Z.Vandali in azione anche al parco vicino a piazzale Collodi. FOTO ARCHIVIO

Dopo le incursioni dei vandali e la verifica sui giochi divenuti ormai obsoleti nelle aree verdi di Montecchio Maggiore, arriva l’intervento del Comune. Giostre inclusive, quindi adatte anche a bambini con difficoltà motorie, ma soprattutto realizzate con materiali che necessitano di pochissima manutenzione e oltretutto più duraturi. Ammonta a 120 mila euro l’investimento che l’amministrazione comunale ha dedicato al rinnovo ed aggiornamento di alcune aree verdi attrezzate della città. Soprattutto dopo i recenti raid. A ottobre 2018, ad esempio, in alcuni parchi erano stati incisi i fili d’acciaio del percorso tibetano e allentati i bulloni della teleferica per farli crollare con il peso dei bambini. Inoltre erano stati devastati un castello e le staccionate. Particolare attenzione è dedicata al parco giochi di piazza Carli. «Sarà completamente rimesso a nuovo - annuncia l’assessore alla manutenzione del verde Carlo Colalto - con sostituzione delle giostrine e la posa di una staccionata in materiale plastico ottenuto da riciclo. Ma interverremo anche nei parchi di via Volta ad Alte e di viale Europa-via Madonnetta». Alcune attrezzature attrattive delle aree verdi attrezzate, oltre che per l’usura del tempo, devono essere sostituite anche per i numerosi atti vandalici di cui sono state vittima. Non solo staccionate divelte e giochi danneggiati ed imbrattati, ma anche veri e propri sabotaggi che hanno messo a rischio l’incolumità dei ragazzi che li usano. Nei mesi scorsi è stato appurato che era stata messa a rischio la tenuta dei cavi in acciaio, risultati incisi, di un percorso tibetano. Addirittura i vandali sono arrivati a svitare viti e bulloni della teleferica del parco di via Volta. «Tra le nuove attrazioni che andremo ad installare - spiega l’architetto Francesco Albera, incaricato di seguire il progetto - ci saranno anche alcune novità. Installeremo ad esempio tre pedane elastiche, particolarmente apprezzate dai bambini come ho avuto conferma visitando Gardaland. Previsto anche tre nuovi giochi a molla installati su una piattaforma di gomma colata stabilizzata. Nel parco di piazza Carli sono previste anche nuove panchine e una recinzione, entrambe in materiale plastico riciclato». L’architetto Albera conferma anche ulteriori dettagli del piano di riammodernamento delle giostrine nelle aree verdi cittadine: «Stiamo acquistando anche due giostre combinate, cioè una torretta con arrampicata, uno scivolo e ponteggi, a più ingressi ed uscite: uno sarà installato nell’area di viale Europa-Madonnetta e uno in quello di via Volta dove porteremo anche una nuova teleferica - conferma -. Tutte installazioni fatte con materiali durevoli e che abbisognano di poca, o nulla, manutenzione mentre in passato il Comune è dovuto intervenire a più riprese per operazioni di ripristino o con trattamenti di ringiovanimento e di sicurezza». Le nuove giostre dovrebbero entrare in funzione già a primavera. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Giorgio Zordan
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1