CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

12.05.2018

Tumori infantili 150 mila euro donati alla ricerca

Raggiunta quota 150mila euro raccolti a favore della Città della speranza. È il prestigioso traguardo de “Il senso della vita”, associazione brendolana capitanata da Marco Sudiro (da oltre un decennio membro anche del CdA della Fondazione Città della speranza) che in dodici anni di attività, dal 23 marzo 2006 al 23 marzo 2018, ha raccolto una cifra considerevole per sostenere l’attività di ricerca contro la patologia oncoematologica che colpisce i bambini. Il risultato è stato presentato da Sudiro e dai volontari che lo aiutano nell’attività di sensibilizzazione, durante la tradizionale cena. «Una bellissima serata cui hanno partecipato un centinaio di affezionati al nostro gruppo - spiega Sudiro -. E con gioia abbiamo condiviso questo risultato che ci rende orgogliosi e ci sprona ad andare avanti». «Era presente anche la ricercatrice Claudia Tregnago, originaria di San Bonifacio, ma legata a Brendola per amore poiché ha sposato un brendolano. Ci ha illustrato il suo percorso di ricercatrice e i suoi progetti all’interno dell’Istituto di ricerca pediatrica Città della speranza di Padova». Diverse autorità hanno aderito all’iniziativa: alcuni assessori e il sindaco Bruno Beltrame con la famiglia, oltre al comandante della locale stazione dei Carabinieri, Massimiliano Battocchio. Il senso della vita si adopera durante l’anno per raccogliere fondi in vario modo: distribuendo i gadget solidali, la stella di Natale e le uova nei due momenti clou di festa, oltre che alle donazioni libere o i lasciti testamentari. Anche il 5x1000 che si può devolvere alla Fondazione. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Isabella Bertozzo
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1