CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

06.11.2018

Natura, stagioni e tradizioni Il paese svelato in tre minuti

È tornato il Premio Laboratorio Brendola, ovvero il riconoscimento indetto dall’associazione presieduta da Giuseppe Visonà che si era presa una pausa negli ultimi tre anni. Non un libro, questa volta, ma un concorso per immagini dedicato alla valorizzazione di Brendola e del suo patrimonio artistico, culturale, ambientale, come da “mission” stessa del gruppo. E quindi “Racconta Brendola con immagini in tre minuti” è stato l’evento al centro della serata che si è svolta nella Sala della comunità di Vo’. Dopo i saluti del primo cittadino Bruno Beltrame, che ha sottolineato il valore di questa iniziativa proponendola come stimolo per altre associazioni magari più silenti «perché Brendola senza le associazioni non è Brendola», e i discorsi iniziali dei componenti di Laboratorio, sono stati svelati agli spettatori, tra i quali molti partecipanti all’iniziativa, quali fossero i tre video vincitori del concorso e per i quali è stato previsto un premio con una pergamena e un assegno. “Brendola racconta” è il video che si è aggiudicato il primo piazzamento del concorso, realizzato da Manuel Mancin, assente in sala, e che ha descritto il paese da un punto di vista insolito, sorvolandolo cioè con un drone. Il secondo posto è andato ad Andrea Liviero, che ha realizzato il suo video “Brendola tra ieri e oggi” si è aggiudicato il riconoscimento partendo dall’immagine fissa di un nonno con il nipotino e dalle voci dell’autore con il nonno Mario, noto farmacista del paese. Un excursus tra il passato e il presente, con parole e immagini: «Sono appassionato di foto e ho voluto accostarne del passato e di attuali realizzate da me», è stato il suo commento una volta salito sul palco. Infine “Brendola through the seasons” di Daniele Serena si è aggiudicato il terzo posto: un collage di video girati a Brendola nelle varie stagioni, nevicata compresa. Chiaramente si trattava di video che l’autore aveva già prima che uscisse il bando del concorso, completati con altri realizzati ad hoc. «È stato bello vederlo sul grande schermo» è stato il commento del giovane Serena al momento del ritiro del premio. «È una piccola cifra – ha spiegato Visonà riferendosi al premio – un valore pressoché simbolico, che vuole però essere uno stimolo per i giovani». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Isabella Bertozzo
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1