CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

12.07.2018

Latitante da sei anni per spaccio di droga Arrestato un 34enne

Un intervento dei carabinieri. Martedì è scattato l’arresto.  ARCHIVIO
Un intervento dei carabinieri. Martedì è scattato l’arresto. ARCHIVIO

Alessia Zorzan Per sei anni era riuscito a sfuggire alla giustizia, rendendosi latitante ed evitando così il carcere per questioni di spaccio. Stavolta però gli è andata male, dal momento che, mentre si aggirava per le strade di Brendola, si è imbattuto in una pattuglia dei carabinieri che lo hanno subito notato per il fare circospetto. Identificato, è stato trasferito al carcere di san Pio X a Vicenza. È finita così, l’altro giorno, la fuga di Gentian Kuci, 34 anni, nazionalità albanese e senza fissa dimora. I militari dell’Arma della stazione di Brendola, nel primo pomeriggio di martedì, erano impegnati in un servizio di controllo del territorio organizzato per la prevenzione dei reati contro il patrimonio. Ad un certo punto si sono imbattuti in una persona intenta ad aggirarsi con fare ritenuto sospetto per le vie del paese. Hanno così fermato l’uomo e avviato i necessari controlli. Da qui l’identificazione dell’individuo in Gentian Kuci. Esaminando i dati, i carabinieri hanno quindi scoperto che nei confronti del 34enne era pendente un ordine di carcerazione emesso, ancora sei anni fa, dalla procura generale presso la Corte di Appello di Venezia poiché deve scontare un anno, quattro mesi e quattordici giorni di reclusione in quanto riconosciuto colpevole del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Pena mai scontata, vista la latitanza. Una volta concluse tutte le formalità di rito, l’arrestato è stato quindi accompagnato in carcere a Vicenza, dove è a disposizione dell’autorità giudiziaria. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Alessia Zorzan
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1