CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

31.10.2017

La consulta sui Pfas
diventa realtà
Scelti i componenti

Il municipio di Brendola
Il municipio di Brendola

Sono stati resi noti i componenti della “Consulta sui Pfas”, istituita dal Comune di Brendola. Alla conclusione dell’ultima seduta del consiglio comunale, durante le comunicazioni del sindaco Bruno Beltrame, è stata data lettura dei nomi elencati nel decreto firmato nei giorni scorsi. Diventa così ufficialmente realtà la “Consulta sui Pfas”, idea che la lista di maggioranza “Uniti per Brendola” aveva proposto già durante la campagna elettorale e sulla quale ha lavorato in questo periodo. Lo scorso 28 settembre è stato approvato il regolamento, ora arrivano i nomi. La Consulta è costituita da membri nominati dal sindaco, che sono il presidente, Alberto Rossi, consigliere di maggioranza; il sindaco stesso con funzioni di vice presidente; due rappresentanti del settore primario, nominati su indicazione delle categorie rappresentate, e quindi Domenico Bisognin per la Federazione Coldiretti, e Giovanni Bertozzo per Confagricoltura e allevamenti. Su indicazione delle associazioni sui Pfas sono stati nominati Dario Muraro e Samanta Targon del “Gruppo genitori attivi per Brendola contro inquinanti Pfas”. Infine l’articolo 4 del regolamento prevede “fino a sette rappresentanti con riconosciute competenze tecniche delegati dall’Amministrazione”. Ne compaiono 5 al momento e sono Marta Caldonazzo, Emanuele Mercedi ed Alberto Vicentin per le loro lauree e professioni (quest’ultimo anche per il fatto che è presidente della locale Scuola per l’infanzia, come ha spiegato Rossi), e poi Giorgio Castegnaro, medico, e Danilo Dal Monte, ex sindaco, memoria storica. I.BER.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1