CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

11.07.2018

I volti storici del paese per premiare i laureati

Ai neolaureati presenti donato un piccolo mappamondo. BERTOZZO
Ai neolaureati presenti donato un piccolo mappamondo. BERTOZZO

Con una sessantina di presenze, si è svolta nella sala polifunzionale di Brendola una cerimonia dedicata ai giovani che nell’anno accademico 2016-2017 hanno conseguito il titolo di laurea. Un decina gli aderenti all’iniziativa voluta dall’Amministrazione comunale e in modo particolare dall’assessore all’istruzione Silvia De Peron. «È stata la prima volta, una sorta di esperimento - commenta l’assessore -. Ne è uscita una bellissima serata che pensiamo di riproporre nel 2019, auspicando che un numero maggiore di neo laureati partecipino. Il taglio pensato per questa prima edizione era quello del passaggio generazionale. Per questo alla cerimonia abbiamo invitato alcune figure storiche del paese: il farmacista Mario Liviero che si è laureato nell’immediato dopoguerra e che ha raccontato sia la sua esperienza sia, con il figlio Alberto, l’evoluzione della professione, oggi molto diversa da quella di un tempo. Così come la dottoressa Giovanna Stefani, intervenuta per riportare i ricordi del padre Giovanni, per decenni il medico condotto del paese e da poco scomparso, come Aurelio Dal Prà, veterinario storico di Brendola, figura determinante nella realtà rurale della Brendola del dopoguerra e del boom economico. Ricordato dalla moglie, Margherita Pretto, che ha portato la tesi del marito, sul colostro bovino: una tesi di una decina di pagine tra due cartoncini legati assieme con lo spago: un altro mondo». Ogni laureato si è poi presentato, raccontando anche il suo percorso di studi, l’ambito della tesi e i progetti futuri. «A ciascuno è stato dato un riconoscimento simbolico, un piccolo mappamondo, a significare che il futuro del mondo sono loro», conclude De Peron. Una targa all’impegno profuso nella sua professione e al segno lasciato nel tessuto brendolano è stata riservata ai genitori di Fabio Nicolato, anch’egli scomparso qualche anno fa. In sua memoria i genitori avevano elargito un contributo alla scuola dell’infanzia. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Isabella Bertozzo
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1