CHIUDI
CHIUDI

09.01.2019

Giardino degli angeli per i bimbi mai nati Il regalo del Comune

Il momento dell’inaugurazione del “Giardino degli angeli”.  I.BER
Il momento dell’inaugurazione del “Giardino degli angeli”. I.BER

Inaugurato “Il Giardino degli angeli” al cimitero di Brendola. L’amministrazione comunale ha tagliato il nastro dell’area dedicata ai bambini mai nati. Delimitata da una ringhiera e impreziosita dalla statua di un angelo donata dallo scultore Silvano Mastrotto, ci sono gli spazi per le inumazioni dei feti la cui età presunta di gestazione sia inferiore alle 20 settimane, cioè il limite entro il quale vengono considerati per legge “rifiuti sanitari speciali”. Alla cerimonia il sindaco Bruno Beltrame e il vicesindaco Silvia De Peron hanno posto l’attenzione sul valore della famiglia naturale, punto importante del programma politico del gruppo di maggioranza Uniti per Brendola. Al taglio del nastro erano presenti anche il parroco don Giampaolo Marta, che ha benedetto l’area, e la presidente provinciale Francesca Comacchio del Centro di Aiuto alla vita con Bruna Rigoni vicepresidente del Movimento per la Vita. Toccante la testimonianza di una mamma: «Ho perso quattro bambini e avrei tanto desiderato avere un luogo dove andare a pregare per i miei figli». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

I.BER.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1