CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

20.10.2017

Defibrillatore nelle piazze
«Strumento fondamentale»

Piazza del mercato. BERTOZZO
Piazza del mercato. BERTOZZO

Migliorano le condizioni dell’uomo salvato sabato scorso al mercato con il defibrillatore. Il 45enne brendolano era stato colto da un infarto: subito soccorso, è stato salvato dall’intervento del dottor Giorgio Castegnaro, medico di base, che ha utilizzato il defibrillatore della vicina Cassa rurale e artigiana di Brendola. «Senza non credo ce l’avrei fatta - spiega il medico - la situazione era critica». Quando Castegnaro è giunto davanti all’uomo, alcune persone stavano già praticando il massaggio cardiaco, ma solo l’uso del presidio medico ha permesso che il cuore dell’uomo riprendesse a battere. Il 45enne è ancora ricoverato in ospedale, ma fuori pericolo. «Lunedì - spiega il direttore generale della Cassa rurale, Giampietro Guarda - la moglie è venuta a ringraziarci. La banca ha creduto subito a questo progetto sui defibrillatori con lo stanziamento di un primo importo di 30 mila euro: ciascuna delle nostre 30 filiali ha un defibrillatore, mentre con corsi ad hoc è stato formato il personale e ci occupiamo della manutenzione. Questo di Brendola è il secondo caso, l’anno scorso una persona a Sovizzo è stata salvata col defibrillatore della nostra filiale». Sono una decina i defibrillatori presenti in paese: alla Cassa rurale, nell’atrio dell’istituto Galilei (donato da un privato) e nella palestra della Boscardin; al palasport, ai campi da calcio e alla palestra di Vò. E ancora in casa di riposo (donato da Serenissima ristorazione), in farmacia e altri nella sede Sogit dove si svolgono anche i corsi per l’uso: «Quando la Cassa rurale mi ha proposto di organizzare una rete di defibrillazione precoce sul territorio non ho accettato subito - spiega Luigi Lazzari, presidente Sogit -. Importante anche il sostegno dell’ex Ulss Ovest Vicentino, in particolare con i medici Lorenzo Magrin e Vito Cianci».

Isabella Bertozzo
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1