CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

19.01.2018

Capriolo sbranato Niente tracce del lupo

Non hanno dato finora esito le fototrappole installate dalla polizia provinciale in via Muraroni a Brendola, nei pressi del prato collinare dove domenica scorsa era stata trovata la carcassa mezza divorata di un capriolo. Gli agenti del comandante Claudio Meggiolaro hanno visionato le immagini riprese dalle telecamere, ma il predatore non si è fatto vivo, né sono giunte alla polizia provinciale segnalazioni di avvistamenti. Ciò fa escludere che la predazione possa essere attribuita a un lupo, perché questo predatore torna quasi sempre a finire il pasto. La carcassa era minuziosamente spolpata dal collo fino alla metà del corpo, ma non erano state toccate le costole. Anche questo particolare allontana l’ipotesi che si tratti di un lupo, il quale avrebbe scarnificato la vittima più in profondità. Si pensa quindi che l’uccisione sia stata commessa da un cinghiale (il quale può attaccare giovani caprioli, cerbiatti o agnelli), da una volpe o da un cane di grossa taglia inselvatichito. La polizia provinciale lascerà le fototrappole ancora per un paio di giorni, nell’eventualità che il predatore torni comunque sul posto. Quindi la carcassa del capriolo verrà rimossa e sepolta. • I.BER. © RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1