CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

10.08.2017

Barriere anti-rumore
nel progetto della Tav

In via Strada Romana verrà realizzato un sottopasso. BERTOZZO
In via Strada Romana verrà realizzato un sottopasso. BERTOZZO

Sono state accolte le osservazioni al progetto Alta velocità che il sindaco di Brendola Bruno Beltrame aveva presentato da assessore nel 2015. «Sono stato convocato in Regione per un incontro con l’assessore ai lavori pubblici Elisa De Berti - spiega Beltrame - durante il quale mi è stato comunicato che tutte le osservazioni che il Comune di Brendola aveva presentato nel novembre 2015, quand’ero assessore all’urbanistica, sono state accolte. Insieme all’ingegner Alberto Rancan avevamo stilato una serie di richieste che in parte collimavano con le esigenze delle aziende che si trovano in zona industriale. Come noto, il tracciato dell’Alta velocità interessa una porzione limitata del territorio brendolano, nello specifico l’area oltre l’autostrada. Il progetto iniziale prevedeva una fascia di rispetto di 12 metri parallela al percorso dei binari. Quest’area avrebbe invaso in modo impegnativo i piazzali delle ditte che sono insediate in quella zona. L’accordo raggiunto prevede che vengano installate barriere fonoassorbenti in modo da ridurre l’impatto e non più la fascia di mitigazione con l’alberatura, evitando così di occupare i piazzali delle aziende. Inoltre verranno sistemati gli accessi alle aziende. L’altra modifica riguarda il bacino di laminazione che rispetto al primo progetto verrà spostato in modo da non danneggiare i privati. Infine verrà realizzato un sottopasso ciclopedonale per poter raggiungere la futura stazione che sarà costruita sul territorio montecchiano: è stata una nostra richiesta perché in questo modo la stazione potrà essere raggiunta senza dover attraversare il nodo viabilistico di Alte. Il sottopasso verrà realizzato al termine della laterale di via Einaudi, in quel tratto dell’ex via Callesella oggi denominata via Strada romana che fiancheggia lo stabilimento di Agno Chiampo Ambiente». «Il percorso dell’Alta velocità - conclude Berltrame - secondo il progetto che abbiamo potuto valutare a Venezia in questi giorni ricalca quello dell’attuale ferrovia. Con l’accoglimento di queste osservazioni riteniamo che le aziende siano state salvaguardate e che i brendolani avranno un accesso alla stazione più veloce e sicuro».

Isabella Bertozzo
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1