CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

08.11.2017

Alla mensa dell’asilo
acqua in bottiglia
in attesa dell’Ulss

L’impianto dell’asilo. I.BER.
L’impianto dell’asilo. I.BER.

Il Polo dell’infanzia di Brendola è in attesa della risposta da parte dell’Ulss 8 Berica circa la possibilità di utilizzare anche per la mensa l’acqua che deriva dal nuovo impianto di filtrazione. «Per il momento stiamo usando l’acqua filtrata in cucina - spiega Alberto Vicentin, presidente del comitato che gestisce la Scuola parrocchiale dell’infanzia con nido integrato -. Entro novembre faremo altre analisi. Nel frattempo in mensa stiamo ancora somministrando l’acqua in bottiglia, in attesa del parere dell’Ulss». L’impianto di nanofiltrazione a membrana è stato installato ad agosto e attivato nell’area cucina per trattare l’acqua proveniente dall’acquedotto. Tutta Brendola, da ottobre, è comunque “Pfas free” grazie all’efficientamento tecnico e gestionale attuato dalla società Acque del Chiampo.

L’intervento all’asilo era stato sostenuto economicamente da due aziende private della zona. All’inizio di ottobre il presidente Vicentin ha invitato i genitori e gli amministratori comunali per illustrare le caratteristiche del processo: sono stati mostrati gli esiti delle analisi effettuate da tre diversi laboratori sull’acqua prima e dopo il trattamento. Tutti i risultati evidenziano che, dopo la filtrazione, le concentrazioni dei vari Pfas sono così basse da non essere più rilevabili dai metodi analitici. «Quando a giugno provocatoriamente dissi “vogliamo l’acqua a zero Pfas all’asilo”, non ero pazzo, sapevo che ci si poteva arrivare», aveva dichiarato il sindaco Bruno Beltrame. Vicentin è stato poi coinvolto nella Consulta comunale Pfas per le sue competenze.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1