CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

21.04.2017

Vigile trascinato per 50 metri dopo l’alt

Ha riportato la frattura di 11 costole l’agente trascinato dall’auto
Ha riportato la frattura di 11 costole l’agente trascinato dall’auto

Trascinato sull'asfalto per oltre cinquanta metri, sbalzato nella corsia opposta e solo per un miracolo evitato dagli automobilisti che si sono trovati ad assistere alla terribile scena.

È ricoverato all'ospedale di Vicenza con undici costole rotte, fratture e traumi in tutto il corpo il vice ispettore della polizia locale dell'Unione dei Comuni di Caldogno, Isola Vicentina e Costabissara, impigliato e trainato per decine di metri dal conducente di un'auto che, mercoledì sera, aveva fermato per un controllo.

L'uomo alla guida, ricercato dagli agenti del comandante Ermanno Pianegonda, era al volante di una Golf grigia quando, per motivi inspiegabili, ha deciso di ripartire a tutta velocità dopo aver accostato alla paletta tesa dei vigili.

L'episodio è accaduto poco prima delle 22 all'altezza della nuova rotatoria sulla provinciale 349 a Motta di Costabissara, in direzione di Vicenza.

Una pattuglia, impegnata in attività di normali controlli serali lungo la trafficata direttrice, ha intimato l'alt ad un veicolo proveniente da Thiene, la Golf grigia appunto.

La vettura si è fermata e l'agente cinquantenne, seguendo la normale procedura, si è avvicinato al finestrino, per chiedere al conducente di esibire patente e libretto. Tutto nella norma fino a quando, all'improvviso, probabilmente per irregolarità nei documenti di guida, l'uomo al volante ha ingranato la prima e premendo sull'acceleratore è partito a tutta velocità.

Una reazione talmente repentina che il vice ispettore non ha avuto il tempo di spostarsi e, piegato com'era verso il finestrino, è rimasto impigliato nel mezzo, venendo trascinato nella folle corsa.

Per cinquanta metri e più, lungo la strada provinciale, il vigile è stato sballottato sull'asfalto, finendo poi nell'opposta corsia di marcia: fortunatamente le auto che in quel momento transitavano nell'altro senso hanno avuto la prontezza di fermarsi in tempo, anzi.

Tra i primi ad intervenire per soccorrere l'agente cinquantenne proprio alcuni automobilisti, che hanno poi aiutato la polizia locale a raccogliere informazioni sul pirata della strada, fuggito in direzione di Vicenza.

Per lui le ore sarebbero comunque contate: le forze dell'ordine sono infatti sulle sue tracce e il cerchio attorno a lui si starebbe stringendo.

L'agente, comprensibilmente scosso e ferito, è rimasto comunque sempre cosciente: trasportato in ambulanza al San Bortolo, i medici gli hanno riscontrato fratture multiple e lesioni guaribili in quaranta giorni.

«È un fatto grave e poteva andare peggio, molto peggio – considera il comandante Ermanno Pianegonda – il nostro vice ispettore ha riportato traumi seri ma se la caverà. Ora, grazie anche alle testimonianze delle tante persone che hanno assistito all'incidente, stiamo facendo il possibile per fermare questa persona e dovremmo esserci vicini».

Giulia Armeni
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1