CHIUDI
CHIUDI

09.02.2019

«Locali senza agibilità» Esposti contro il sindaco

Il Municipio di Bolzano Vicentino
Il Municipio di Bolzano Vicentino

I gruppi di minoranza di Bolzano Vicentino hanno presentato un esposto in Procura perché «indaghi e valuti la sussistenza di reati in materia edilizia» commessi dalla ditta Galvan Center Srl, azienda commerciale con sede in via Marosticana di cui il sindaco Daniele Galvan è rappresentante legale. L’esposto è stato depositato lo scorso 12 novembre da Massimo Berdin, capogruppo di “Vivere Bolzano” e sottoscritto da Massimo Carraro (di “Vivere Bolzano”), Gianluigi Feltrin e Angela Zanini, di “Bolzano Futura”. Nel 2015 gli uffici avevano riscontrato che l’ampliamento del Galvan Center era soggetto a difformità rispetto al progetto depositato in Comune. La successiva domanda di sanatoria della ditta era stata rigettata e l’ampliamento fatto secondo quanto previsto dal progetto. Dal 2015, i consiglieri di minoranza hanno presentato esposti sulla vicenda a Prefettura, Procura, Guardia di Finanza, Agenzia delle entrate, Spisal, Polizia locale e Carabinieri. L’ultimo sostiene che «non risulta ancora presentata domanda di agibilità del fabbricato» che «viene regolarmente utilizzato per l’attività della ditta». «Se il fabbricato non ha l’agibilità, non può essere utilizzato e il Comune ne deve disporre lo sgombero - afferma Feltrin -. Così ci è stato confermato dal capo dell’Ufficio tecnico che abbiamo incontrato il 4 dicembre, assieme al segretario comunale». «Sono sconcertato - dichiara invece Massimo Berdin - il sindaco esige dai cittadini il pagamento di imposte, tasse e tributi e poi non versa il dovuto? Mi chiedo se tutto questo è legale, ma soprattutto non posso più tollerare il silenzio, il non procedere». Feltrin aggiunge che «l’edificio non è stato accatastato, di conseguenza, il sindaco non sta pagando le tasse su quell’immobile». Secondo i funzionari dell’Ufficio tecnico, l’accatastamento è avvenuto e per l’agibilità che ancora manca non sono ancora scaduti i termini previsti dalla pratica. L’ufficio inoltre precisa che in caso di utilizzo dell’immobile in assenza di agibilità si può incorrere in una sanzione amministrativa che può variare da 70 a 400 euro. Sul tema dei tributi, le minoranze hanno presentato in Consiglio un’interrogazione in cui chiedono quali iniziative siano state intraprese “per valutare la sussistenza di una eventuale elusione/evasione di tasse dovute al Comune”. «La domanda di agibilità verrà presentata al completamento di alcune pratiche dei Vigili del Fuoco – riferisce il sindaco Daniele Galvan -. Sul pagamento dei tributi il Comune non sta perdendo un centesimo. Mi riservo di rispondere in consiglio». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Andrea Frison
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1