CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

13.02.2018

Lascito di 20 mila euro ai progetti per il sociale

Nel palazzo municipale di Sandrigo si svolge l’attività amministrativa
Nel palazzo municipale di Sandrigo si svolge l’attività amministrativa

Se n'è andata a novant'anni, dopo una vita trascorsa nella sua Sandrigo, passando gli ultimi anni di vita ospite della casa di riposo del paese. E per ringraziare, a modo suo, la comunità, ha deciso di designare quale suo erede proprio il Comune. Fortunato beneficiario di una polizza da 20 mila euro donata dalla signora Carla Casetta, scomparsa nell'ottobre 2016. Dopo i mesi necessari al disbrigo delle pratiche notarili, l'Amministrazione comunale - l'ufficio servizi sociali in particolare - è entrata così in possesso di questo lascito. Nelle intenzioni dell'anziana signora che viveva in casa di riposo c'era infatti il desiderio di sostenere il comparto sociale, dando una mano alle persone che si trovano in difficoltà economiche. Nelle volontà testamentarie della signora Casetta, poi, ci sarebbe stato anche un piccolo conto corrente che però è stato praticamente assorbito dalle spese e dai costi che si sono resi necessari per l'estinzione, come spiegano i dirigenti comunali. Incamerata all'interno del bilancio, la somma di 20 mila euro verrà erogata in base alle necessità così come valutato dall’Amministrazione comunale e dall’ufficio servizi sociali. Si è trattato di un regalo inaspettato per Sandrigo e che il sindaco Giuliano Stivan ha accolto con gratitudine, rendendo merito all’inedita forma di mecenatismo della concittadina e augurandosi che, in futuro, altri possano seguire il suo esempio. D’altra parte le finalità, con sostegno del comparto sociale, sono più che lodevoli. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Giulia Armeni
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1